Home > Vangelo del giorno > Letture del giorno > Cosa significa avere fede in Dio?

Cosa significa avere fede in Dio?

Dato il numero crescente di credenti Cristiani, sappiamo molto bene cosa vuol dire credere in Dio. Ma nonostante il gran numero di credenti, molti di loro non capiscono cosa voglia dire veramente avere fede in Dio. Forse alcuni non saranno d’accordo con ciò che ho detto e affermeranno: “Perché pensi così male di noi? Crediamo in Dio da tanti anni, come possiamo non sapere cosa sia la fede in Dio?”. Altri diranno: “Credere in Dio significa ammettere che Dio esiste, e io credo che Egli abbia creato i cieli e la terra e tutte le cose, e che esista per davvero. Non è questo credere in Dio?”. Altri ancora diranno: “Leggo spesso la Bibbia, prego, presenzio alle riunioni e diffondo il Vangelo. Non è forse questa la fede in Dio?”. C’è chi dice: “So recitare famosi capitoli e detti della Bibbia. Chi oserebbe dire che non sono un vero credente?”. E infine altri dicono: “Sono capace di sacrificarmi per il Signore e ho lavorato, predicato e diffuso il Vangelo per diversi anni; inoltre controllo e sostengo altri fratelli e sorelle. Non sono un vero credente?”. Le persone usano queste affermazioni per dimostrare che sono veri credenti. Ma abbiamo mai riflettuto sulla veridicità di questi punti di vista?

Vediamo cosa disse Gesù a riguardo: “Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiam noi profetizzato in nome tuo, e in nome tuo cacciato demoni, e fatte in nome tuo molte opere potenti? E allora dichiarerò loro: Io non vi conobbi mai; dipartitevi da me, voi tutti operatori d’iniquità” (Matteo 7:22-23). Questo versetto rivela che coloro che diffondono il Vangelo, scacciano i demoni ed eseguono molti miracoli in nome del Signore Gesù hanno ugualmente tenuto riunioni, predicato sermoni e diffuso il Vangelo, dandosi da fare e soffrendo molto; eppure, il Signore Gesù disse che non li conosceva e li chiamava malvagi. Nella nostra concezione, crediamo che erano veri credenti e che erano lodati dal Signore. Ma, in realtà, il Signore non solo non lodava la loro fede, ma li ha anche condannati ed eliminati. Si può quindi pensare che coloro che credono che esista un Dio, conoscono bene la Bibbia e lavorano e si sacrificano per il Signore abbiano vera fede in Dio? Ebbene, la fede in Dio non è così semplice come si pensa, e bisogna capire qual è la verità su questo tema. Quindi, cosa vuol dire avere vera fede in Dio? Ecco una condivisione su questo argomento.
Come dovremmo praticare la nostra fede per essere dei veri credenti? Leggiamo prima questo passaggio: “Sebbene molte persone credano in Dio, poche capiscono cosa significhi avere fede in Lui e cosa debbano fare per seguire il Suo cuore. Questo perché, sebbene le persone conoscano la parola ‘Dio’ e le espressioni ‘l’opera di Dio’, non conoscono Dio, né tantomeno la Sua opera. Non c’è da meravigliarsi, quindi, che tutti coloro che non conoscono Dio credano in modo confuso. Le persone non prendono seriamente la fede in Dio, perché credere in Lui è del tutto insolito, del tutto strano per loro. Di conseguenza, non sono all’altezza delle richieste di Dio. In altre parole, se la gente non conosce Dio e non conosce la Sua opera, non è adatta a essere usata da Dio, e tantomeno può realizzare il Suo desiderio. ‘Fede in Dio’ significa credere che Egli esiste; questo è il concetto più semplice della fede in Dio. Inoltre, credere che Dio esiste non è la stessa cosa di credere veramente in Lui; piuttosto, è un genere di fede semplice con forti implicazioni religiose. La vera fede in Dio significa fare esperienza delle Sue parole e della Sua opera nella convinzione che Egli ha la sovranità su tutte le cose. In tal modo sarai liberato dalla tua indole corrotta, realizzerai il desiderio di Dio e giungerai a conoscerLo. Solo mediante un percorso simile puoi affermare di credere in Dio”. Queste parole ci hanno rivelato le verità e i misteri della fede in Dio. Capiamo che riconoscere l’esistenza di un Dio o credere fortemente che esista non è vera credenza in Dio, bensì una mera convinzione religiosa. Se crediamo in Dio, ma non conosciamo il significato della vera fede o dell’opera di Dio, né conosciamo Lui, allora la nostra fede è confusa e non può essere lodata da Dio. In verità, la fede in Dio consiste nell’avere esperienza dell’opera e della parola di Dio, basandosi sulla credenza che Dio regni su ogni cosa, imparando quindi a conoscerLo. Dunque, se riconosciamo solamente l’esistenza di Dio senza avere esperienza della Sua opera e senza conoscerLo, stiamo continuando a resisterGli e a tradirLo: una fede di questo tipo è priva di significato. Il seguente passaggio ci indica chiaramente il vero significato della fede in Dio: “La vera fede in Dio significa fare esperienza delle Sue parole e della Sua opera nella convinzione che Egli ha la sovranità su tutte le cose. In tal modo sarai liberato dalla tua indole corrotta, realizzerai il desiderio di Dio e giungerai a conoscerLo. Solo mediante un percorso simile puoi affermare di credere in Dio”. Da queste parole, vediamo che la fede in Dio consiste nella fede nelle Sue parole, nel praticare e nell’avere esperienza della Sua opera. Solo così conosceremo la verità e la vera conoscenza di Dio, e saremo considerati veri credenti. Ad esempio, quando Giobbe affrontò i sentieri, li accettò come provenienti da Dio e credette che qualsiasi cosa gli sarebbe accaduta, buona o cattiva, derivasse dall’autorizzazione di Dio. Inoltre, credeva nella sovranità di Dio e che essere derubato delle sue proprietà contenesse la predestinazione dei ladri che non potevano rubare senza il permesso di Dio. Quindi, obbedì e offrì a Dio una preghiera di lode: “Nudo sono uscito dal seno di mia madre, e nudo tornerò in seno della terra; Jahvè ha dato, Jahvè ha tolto; sia benedetto il nome di Jahvè” (Giobbe 1:21). Per aver creduto così fermamente nella sua testimonianza, ricevette la doppia benedizione di Dio, il quale gli parlò attraverso il vento. Dall’esempio di Giobbe, vediamo che egli era l’esempio di un vero credente. Infatti, quando ebbe problemi, non li guardò dalla prospettiva di un uomo e non accusò o fraintese Dio, né si fece prendere dall’impulso di riprendersi la sua proprietà; al contrario, accettò il fatto in quanto veniva da Dio e obbedì alla Sua sovranità e ai Suoi accordi. Infine, credette fermamente nella sua testimonianza. Solo dopo aver passato tutto ciò, si può dire di essere veri credenti. Se non percorriamo la vera via della credenza in Dio, ma viviamo secondo la filosofia di vita di Satana trattando tutte le cose, le questioni e le persone secondo le nostre nozioni e immaginazioni, e non cerchiamo Dio né la conoscenza di Lui e non cambiamo la nostra indole, tutti gli anni di fede non saranno serviti a nulla. Quando il Signore Gesù venne a compiere la Sua opera, molti tornarono da Lui per via delle parole, i segni e i miracoli che manifestava, mentre gli scribi e farisei non conoscevano le parole della verità, né l’opera dello Spirito Santo, ma vedevano le cose dalla prospettiva dell’uomo; consideravano Gesù il figlio di un falegname e dicevano che scacciava i demoni dal principe dei demoni. Hanno anche negato i miracoli che il Signore Gesù aveva compiuto, come far tornare la vista ai ciechi e resuscitare i morti. Per di più, poiché temevano di perdere il loro prestigio e i loro seguaci, Lo condannarono lascivamente. Perciò, a prescindere da quanto si fossero adoperati e avessero diffuso il Vangelo, Il Signore non poteva lodarli ma solo chiamarli malvagi.
Ecco perché dobbiamo capire cosa significa avere vere fede in Dio prima di riuscire a credere in Dio. Se crediamo in Dio con noncuranza e agiamo meccanicamente in base ai vecchi punti di vista limitandoci ad osservare alcune regole religiose, esternamente presenzieremo agli incontri, pregheremo Dio, leggeremo le Sue parole e diffonderemo il Vangelo, ma internamente non sapremo mai cosa vuol dire la vera fede o il risultato che dobbiamo ottenere credendo in Dio. Inoltre, diventeremo arroganti e pomposi per via delle parole e della teoria e per il nostro sacrificio. Se non perseguiamo la verità della credenza in Dio né vediamo le cose e ci comportiamo secondo la verità, involontariamente stiamo seguendo le orme dei farisei. Quindi, se vogliamo raggiungere buoni risultati e avere vera fede, dobbiamo intraprendere la vera via della credenza in Dio.


Condivide di più:

Ha creduto fermamente in Dio dopo che aveva vinto Satana

La Parola di Dio mi ha guidato a smascherare i trucchi della mia famiglia e dei miei pastori

Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
Parla con noi in Chat MessengerInvia a Messenger