Home > Testimonianze di fede > Luogo di lavoro > È la salvezza di Dio che mi ha liberato dalla situazione di vendere la vita per denaro

È la salvezza di Dio che mi ha liberato dalla situazione di vendere la vita per denaro

Quando frequentavo la scuola, molte persone nel nostro villaggio si trasferivano in condomini e acquistavano automobili, mentre la mia famiglia viveva ancora in una vecchia casa a un piano. Pertanto, quando crebbi, fui determinato a lavorare duramente per diventare ricco. Quando arrivò il momento, feci le valigie, salii su un treno per trasferirmi da qualche altra parte e cominciai a lottare per il mio futuro…

“Fate in fretta! Fate in fretta!”. Il caposquadra continuava a gridare nello stabilimento. Tutto il personale lavorava il più velocemente possibile. Con una mano mi asciugavo il sudore dalla faccia e nell’altra tenevo il trapano. Poi mi piegai per massaggiare la parte bassa della schiena, prima di iniziare il lavoro successivo.

“Jie, fai in fretta! In fretta! Non stare a gingillarti! Non vuoi andare a casa?”. La voce incalzante del caposquadra proveniva dal reparto di imballaggio. Avevo appena terminato un carrello di scatole di cartone, quando il personale del reparto di consegna mi affidò una pila di materiale che mi arrivava fino alla testa. Mi misi in punta di piedi per mettere giù una dozzina di scatole. Mi sentivo stremato. Ma ogni volta che rallentavo per riprendere fiato, sentivo la voce del caposquadra che mi spingeva a lavorare di più. Con 3000 scatole da finire, abbassai la testa e, a malincuore, continuai il mio lavoro. La sera, sentivo spesso dolori alle dita. Mi dicevo che nessun dolore, nessun guadagno. Quindi, dovevo resistere. Tutto sarebbe andato bene, quando sarei stato ricco…

Un giorno, mentre me ne stavo andando dopo una riunione dello stabilimento, tutto divenne improvvisamente nero e io mi rannicchiai sul pavimento. Il caposquadra mi notò e urlò: “Jie, cosa ti è successo? Cosa ti è successo?”. Avevo la testa pesante e mi sentivo malissimo. Mi ci volle parecchio tempo per riprendermi un po’. Tuttavia, non presi questo fatto sul serio, perché pensavo di essere un giovane pieno di energia.

Con l’obiettivo di ottenere una retribuzione più elevata, mi trovai un nuovo lavoro in un’azienda di macchinari, dove avrei lavorato come custode del magazzino. Ero incaricato di ricevere, spedire e immagazzinare migliaia di articoli. Oltre allo stipendio di base, mi pagavano anche gli straordinari. Per guadagnare di più, quasi tutte le sere lavoravo fino a tardi, per aggiornare i conti.

Grazie al fatto che l’azienda stava sviluppando un numero crescente di nuovi prodotti, le corsie del magazzino si riempivano rapidamente di merci. Di conseguenza, il mio turno passò da otto a dieci ore, e poi a dodici, e a volte anche di più. Quando tornavo a casa dal lavoro, camminavo sempre da solo, accompagnato solo dalla notte silenziosa. Ma il pensiero dei miei risparmi che crescevano nel mio conto stipendio mi faceva dimenticare la stanchezza e lo sfinimento. Immaginavo il momento, in un futuro prossimo, in cui avrei avuto la mia casa e la mia auto…

Un giorno, mentre stavo tirando dei materiali pesanti, improvvisamente iniziai a soffocare, il cuore prese a palpitarmi e provai dolori al petto. Mi recai da un medico e mi venne diagnosticata un’aritmia cardiaca. Il dottore mi disse: “Ragazzo, riposati e cerca di condurre una vita più regolare. Altrimenti, se questa patologia diventerà una cosa seria, ne avrai complicazioni”. Si trattò di un campanello d’allarme sulle mie cattive condizioni di salute. Tuttavia, non ascoltai il dottore e decisi che non avrei pensato a questa questione fino a quando non sarebbe successo davvero qualcosa. Quindi, continuai semplicemente a lavorare sodo per i soldi e per possedere una casa e un’auto…

Un giorno al lavoro, a un collega, il signor Xia, venne un infarto miocardico mentre stava lavorando, crollò a terra e fu portato d’urgenza all’ospedale. Si era ammalato per il troppo lavoro e aveva quasi perso la vita. Vedendo ciò, cominciai a preoccuparmi che mi sarebbe successa la stessa cosa. Mi chiesi: “I soldi sono davvero più importanti della vita? Se perdo la salute, che senso avrà avere soldi?”. Un giorno, mentre tornavo a casa dal lavoro, girai all’incrocio del vicolo che conduceva al mio alloggio. Ma qual era la direzione che avrei dovuto scegliere, ora che nella mia vita mi trovavo a un bivio? Per la prima volta mi sentii solo, indifeso e confuso. Ero sfinito mentalmente e fisicamente. Avrei vissuto così per il resto della mia esistenza?

Proprio mentre mi sentivo smarrito e inerme, giunse a me il Vangelo di Dio. Lessi un passo della Sua parola: “‘I soldi fanno girare il mondo’ è la filosofia di Satana e prevale nell’intera umanità, in ogni società umana. Potreste dire che è una tendenza perché è stata inculcata a tutti e ormai è impressa nel loro cuore. […] A prescindere da quanta esperienza ciascuno abbia con questo detto, qual è l’effetto negativo che esso può avere nel cuore di una persona? (Gli uomini terrebbero in gran conto il denaro.) C’è qualcosa che viene rivelato attraverso l’indole umana delle persone di questo mondo, compreso ognuno di voi. Come lo si può definire? Adorazione del denaro. È difficile cancellarla dal proprio cuore? Difficilissimo! Sembra che la corruzione dell’uomo da parte di Satana sia davvero accurata! Dunque, dopo che il diavolo ha usato questa tendenza per corrompere le persone, quest’ultima come si manifesta in loro? Non pensate forse che non sareste in grado di sopravvivere senza denaro in questo mondo, che sarebbe impossibile anche solo per un giorno? (Sì.) Lo status e la rispettabilità degli individui dipendono da quanti soldi hanno. La schiena dei poveri è piegata dalla vergogna, mentre i ricchi si godono il loro status elevato. Camminano orgogliosamente a testa alta, parlano con voce tonante e vivono con arroganza. Che cosa portano questo detto e questa tendenza alle persone? Molte non considerano il guadagno economico un obiettivo degno di essere conseguito a ogni costo?”.

Poi compresi che proverbi come “Il denaro fa girare il mondo” e “Il denaro è al primo posto” erano le regole di vita di Satana che avevano corrotto la mia concezione del mondo e mi avevano ingannato, facendo sì che guadagnare denaro diventasse lo scopo della mia vita. Influenzato da queste idee e opinioni, avevo creduto che i soldi significassero tutto e che con essi avrei potuto essere superiore agli altri, fare la differenza e onorare la mia famiglia. Pertanto, facevo spesso straordinari e sudavo sangue solo per guadagnare più denaro, e non mi riposavo mai, neanche quando ero sfinito o malato. Dio aveva usato il caso del signor Xia per avvertirmi che è sciocco sacrificare la salute e la vita per i soldi. Proprio come disse il Signore Gesù: “E che gioverà egli a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l’anima sua? O che darà l’uomo in cambio dell’anima sua?” (Matteo 16:26). Rispetto alla vita, il denaro non va neppure menzionato! I soldi mi consegnano solo piaceri fisici temporanei, ma non possono aiutarmi a recuperare la salute. Dunque, non dovevo vivere solo per il denaro.

Dopo aver compreso ciò, fui meno desideroso di inseguire i soldi. In seguito, iniziai a partecipare agli incontri della Chiesa, a leggere le parole di Dio e a cantare inni in Sua lode, rendendo queste attività una parte indispensabile della mia vita. Acquistai una sorta di sicurezza e pace nel mio cuore, che non avevo mai sperimentato prima. Cercai di lasciare perdere il mio desiderio di ricchezza e attribuii meno importanza al duro lavoro; nei fine settimana cominciai a riposarmi. Così, mi ripresi gradualmente un po’. Tuttavia, tentennai di nuovo quando venni a sapere che alcuni miei colleghi ottenevano una paga più alta grazie agli straordinari che facevano. Non sapevo cosa scegliere: lavoro straordinario per ottenere denaro o riposo per la mia salute…

Lessi un altro passo delle parole di Dio, che dicevano: “C’è un modo semplicissimo per scrollarsi di dosso questa condizione: dire addio allo stile di vita precedente, ai precedenti obiettivi esistenziali, riassumere e analizzare il proprio stile di vita, la filosofia, le ricerche, i desideri, gli ideali precedenti e poi confrontarli con la volontà di Dio e con le Sue richieste nei confronti dell’uomo, e vedere se siano coerenti con esse, se racchiudano i giusti valori dell’esistenza, conduce a una maggiore comprensione della verità e consente di vivere con umanità e con sembianze umane. Quando indaghi ripetutamente e analizzi attentamente i vari obiettivi esistenziali che le persone perseguono e i loro vari stili di vita, scoprirai che nessuno di loro rispecchia l’intenzione originaria del Creatore quando ha creato l’umanità. Allontanano tutti le persone dalla Sua sovranità e dalla Sua sollecitudine; sono tutti abissi in cui l’umanità cade e che la conducono all’inferno. Dopo averlo riconosciuto, il tuo compito è accantonare la tua vecchia visione della vita, stare lontano dalle varie trappole, lasciare che Dio si faccia carico della tua esistenza e faccia programmi per te, provare soltanto a sottometterti alle Sue orchestrazioni e alla Sua guida, a non avere scelta e a diventare una persona che adora Dio”.

Riflettendo sulle parole di Dio, annuii più volte: “Le Sue parole sono molto concrete. In passato, l’idea di Satana che ‘Il denaro è al primo posto’ si è profondamente radicata nel mio cuore e me ne sono servito come motto nella mia vita, continuando a fare straordinari. Ho sacrificato il mio tempo, la mia libertà e la mia salute, solo per guadagnare più soldi. Da quando ho iniziato a credere in Dio, finalmente ho una vita normale. Non sarebbe, pertanto, sciocco tornare alle mie vecchie abitudini? Dio governa e organizza i destini delle persone. Quindi, la ricchezza non viene acquisita attraverso lo sforzo. La volontà di Dio è che io abbandoni il punto di vista in base al quale devo vivere per il denaro: in questo modo potrò lavorare normalmente e avere una routine quotidiana regolare. Imparerò a obbedire alla sovranità e alle disposizioni di Dio”.

In seguito, presi a lavorare con un orario fisso e a riposarmi regolarmente. A poco a poco, il mio corpo si fortificò e il mio aspetto migliorò progressivamente. Mi sentivo euforico e lavoravo in modo più efficiente. Avvertivo che il mio cuore era arricchito e pacato, invece di essere preoccupato e in preda al panico. Più tardi, l’azienda modificò gli stipendi del mio reparto, anche se non mi spiegarono il perché. Lavoravo meno, ma venivo pagato di più, il che mi convinse che non si ottiene la ricchezza con lo sforzo, ma che essa è predeterminata da Dio. È doloroso condurre la propria esistenza secondo la prospettiva di vita di Satana, invece di sottomettersi alla sovranità e alle disposizioni di Dio. Al contrario, coloro che scelgono di obbedire a Dio e vivono secondo le Sue parole avranno vera pace e gioia.

Rendo grazie a Dio per avermi salvato da una vita di sfinimento e di sacrificio della salute in cambio di denaro. Caro amico, per il bene della tua salute, per favore, riposati!

,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
Parla con noi in Chat MessengerInvia a Messenger