Home > Testimonianze di fede > Testimonianze sul posto di lavoro > Uno dei giorni più significativi

Uno dei giorni più significativi

Una mattina, Xiaomin stava andando al lavoro. mentre camminava nella strada trafficata e affollata, fu colta dall’ansia. Alcuni vestiti in vendita nel negozio di abbigliamento dove lavorava erano stati rubati e lei era stata ritenuta responsabile. Si passò le mani fra i capelli, fece un respiro profondo e decise di fare del suo meglio per vendere più vestiti possibili. Così facendo, avrebbe potuto ottenere maggiori provvigioni quel mese e pareggiare il costo dei vestiti rubati. Con questa idea in testa, aumentò il passo e si diresse verso il negozio di vestiti.

Xiaomin, delicatamente, aprì la porta di vetro e notò che i vestiti colorati appesi nel negozio sembravano estremamente belli sotto le luci. Allora camminò verso il camerino, si mise un nuovo cappotto e si osservò nello specchio. Fu’ immediatamente colpita da quanto stava bene e per un attimo si sentì euforica.

una cristiana diventa una persona onesta

Poco dopo, entrarono due donne di mezza età. Xiaomin le salutò calorosamente. Dal loro accento capì che non erano del posto. Pensò: “È facile guadagnare soldi dagli stranieri. Adesso le spenno io”. A tal fine, Xiaomin si avvicinò loro con un dolce sorriso e disse, “Signore, fare shopping è faticoso, vero? Rilassatevi guardate se c’è qualcosa che vi piace”. Una delle due clienti disse: “Stiamo solo dando un’occhiata, grazie”. Ogni volta che toccavano un indumento, Xiaomin era al loro fianco, dicendo pazientemente cose del tipo: “Signora, penso che questo capo sia molto adatto a lei. Sembrerà molto elegante. Ed è un’edizione limitata! I nostri vestiti sono molto speciali e ognuno di loro ha uno stile unico. Si distinguerà sicuramente dalla massa con i nostri vestiti”. Una delle clienti annuì con un sorriso e iniziò a provare i vestiti. Vedendo che l’altra cliente non aveva intenzione di provare i vestiti, Xiaomin continuò a lavorare su di lei, “Signora, perché non prova qualche vestito? Questo le starebbe bene”. Mentre lusingava le due donne, in realtà pensava: “Questi vestiti sono troppo stravaganti per donne della loro età. Probabilmente non li indosseranno mai, anche se li acquisteranno. Ma queste donne di mezza età hanno un grande potere d’acquisto, quindi devo convincerle ad acquistare”. Così continuò a suggerire indumenti vari alle clienti chiacchierando con loro pazientemente e elogiandole mentre provavano i vestiti. Una delle clienti, mentre provava un vestito, si complimentò con Xiaomin dicendole: “Lei è così gentile e brava a vendere”. Xiaomin si sentì molto lusingata. Alla fine, le clienti decisero di comprare dei vestiti. Xiaomin fece il conto: 640 yuan (circa 80€). Pagarono con carta di credito. Passò la carta di credito nel POS e la rese loro. Poi accompagnò le due clienti alla porta con un sorriso, dicendo: “Grazie mille. Spero verrete a trovarmi di nuovo. Ma quando tornò a controllare il conto, scoprì di aver fatto loro uno sconto di 200 yuan (circa 25€) In fretta si precipitò a cercarle, ma esse erano già svanite. Tornò al negozio e fissò la macchina POS, in preda alla disperazione. Pensò: “Questa è la prima volta che commetto un simile errore con una carta di credito da quando ho iniziato a vendere vestiti. Cosa c’è di sbagliato in me? O Dio! Cosa dirò al mio capo più tardi? Dovrei falsificare i conti?” Si sentì desolata. Qualche giorno fa, alcuni vestiti sono stati rubati durante il suo turno, e ora aveva fatto pagare a delle clienti 200 yuan in meno. Lavorare duramente quel mese era stato inutile. Chiamò Dio in cuor suo: “O Dio! Non capisco le tue intenzioni difronte a questo problema. Ti prego illuminami”. Dopo la preghiera, ricordò un passaggio della parola di Dio: “Io certamente non favorisco nessuno. Io amo sinceramente voi che Mi amate sinceramente, e la Mia ira sarà sempre su coloro che non Mi amano autenticamente, cosicché possano sempre ricordare che Io sono il vero Dio, il Dio che osserva il cuore dell’uomo nel suo profondo. Non agire in un modo davanti agli altri e in un altro modo dietro le loro spalle, poiché Io vedo chiaramente tutto ciò che fai e, sebbene tu possa ingannare gli altri, non puoi ingannare Me. Io vedo tutto con chiarezza. Non ti è possibile occultare nulla; tutto è nelle Mie mani. […]”. La parola di Dio entrò nel suo cuore, Xiaomin realizzò che Dio chiede alle persone di essere oneste, perché la sua essenza è nella fedeltà. Ama il puro e l’onesto ma odia il furbo. Dio osserva tutto e i torti commessi, che preoccupano la sua coscienza, non potrebbero mai sfuggire ai suoi occhi. Xiaomin ricordò l’ultima riunione della Chiesa, quando disse ai fratelli e alle sorelle dei vestiti rubati nel negozio. Alla riunione, sorella Li le disse: “Xiaomin, la perdita di quei vestiti non è avvenuta per caso. Sicuramente sarà successo a causa della bontà di Dio. Dovresti riflettere sul tuo comportamento. Ti comporti da persona onesta quando vendi i vestiti?” Xiaomin disse: “Se vendo onestamente, non guadagno molto. Ma con voi, fratelli e sorelle, sarò sempre onesta”.

Pensando a questo, Xiaomin non poteva stare ferma. Provava così tanta vergogna che le bruciava il viso dal rossore. Sapeva che il giudizio e il castigo di Dio sarebbero scesi su di lei. Si ricordò che pur di guadagnare, era stata furba ma non si sentiva a proprio agio. In effetti, la sua condotta era al di sotto della coscienza di una persona normale e non aveva alcuna dignità o integrità. Continuava a camminare avanti e indietro davanti il ricevitore di cassa e rifletteva su tutto ciò che aveva fatto di recente: Imbrogliare i clienti, dicendo loro che vestiti di cattiva qualità e obsoleti erano edizioni limitate e uniche e li vendeva a prezzi elevati. Com’era furba e astuta! Dio vide chiaramente quello che aveva fatto. A questo punto, lei capì che Dio la stava salvando purificando e modificando la sua natura egoista, spregevole, interessata a sé stessa, satanica e che la stava affrontando con lei e correggendo con lei. Sentiva il rimorso e il senso di colpa e decise di comportarsi secondo le parole di Dio da allora in poi. Anche se Xiaomin non avrebbe più guadagnato molti soldi, almeno capì le indoli di Dio e che Dio è Santo e giusto. Dio non permette alle persone di fare tranelli o ingannare gli altri, ma spera che tutti possano essere persone oneste. Quando lei ha capito la volontà di Dio, Xiaomin prese un impegno davanti a Dio: “Devo essere una persona onesta e non farò più la doppia faccia. Devo accettare il controllo di Dio, abbandonare i miei interessi carnali e combattere Satana!”

Nel pomeriggio dello stesso giorno, una cliente venne e ha provato un capo d’abbigliamento. Si guardò allo specchio e chiese a Xiaomin: “Come le sembro con questo cappotto?” Essendo impegnato con i conti, Xiaomin rispose a caso, con la testa chinata: “Ha un aspetto favoloso. Ha un bel fisico e le sta bene qualsiasi vestito!” Dopo aver detto questo, capì immediatamente che aveva mentito di nuovo. Ma pensò: “Se non lo dico, lei probabilmente non lo comprerà, e quindi non avrò la provvigione”. Poi le vennero in mente le parole di Dio: “Tutto ciò che accade alle persone dimostra che Dio ha bisogno che restino salde nella loro testimonianza di fede verso di Lui. Anche se non ti è successo niente di importante sino a questo momento e non rendi una grande testimonianza, ogni dettaglio della tua vita quotidiana si riferisce alla testimonianza di Dio. […]”. Nelle parole di Dio, Xiaomin capì le Sue intenzioni e la Sua volontà. Nella nostra vita quotidiana, dobbiamo praticare la verità in tutto ciò che accade, perché tutto viene osservato da Dio ed è relativo alla testimonianza per Dio. Si rese conto che i suoi comportamenti erano gli stessi di quelle persone furbe, e che non era riuscita a rendere la testimonianza che Dio richiede dell’umanità. Prima, per il bene dei propri interessi, usava dei trucchi e truffava i clienti, così Dio si rivelò a lei con i Suoi giusti e maestosi. Ora, quando Dio l’aveva messa di nuovo alla prova, lei non Lo aveva glorificato, ma aveva infangato Suo nome. Provava un forte rimorso e pregò Dio in cuor suo: “O Dio! Sono caduta miseramente di nuovo nelle mie vecchie abitudini. Per favore aiutami ad essere una persona onesta”. Quindi, smise di fare ciò che stava facendo, andò dalla cliente e le disse la verità, “Questo cappotto è più informale e quello è più da lavoro. Dipende dall’occasione”. La cliente sorrise, “È una persona onesta. Se avessi un negozio, le affiderei la gestione”. In quel momento, Xiaomin si sentì a proprio agio e tranquilla nel suo cuore, perché aveva sperimentato la dolcezza di praticare le parole di Dio.

Quella notte, prima che Xiaomin tornò a casa, il suo capo venne a controllare i dati delle vendite. Il cuore di Xiaomin batteva forte. Pensò: “Come dovrei spiegargli quello che è successo oggi? Se gli dico la verità, farò una brutta figura”. Proprio quando Xiaomin non sapeva se difendere i suoi interessi o la sua onestà, le parole di Dio le sussurrarono all’orecchio: “Agire in un modo in pubblico e in un altro in privato”. Capì che la sua esitazione mostrava che lei non era una persona onesta davanti a Dio e che Dio non la lode. Così Xiaomin pregò in silenzio: “O Dio! Ti prego guidami e dammi la forza e il coraggio di mettere tutto in pratica e di essere una persona onesta!” Con 200 yuan tra le mani, si fece coraggio e li consegnò al suo capo dicendo: “Questi sono i 200 yuan in contanti che ho erroneamente decurtato da un conto oggi”. La prego di prenderli. Il suo capo, sorpreso, le disse: “Xiaomin, stai scherzando! Perché hai fatto questo sconto? Non era mai successo prima. Lei rispose immediatamente: “No, non è mai successo, ma oggi ho scontato 200 yuan ad alcune clienti. È stato un mio errore. Sono cristiana, quindi devo dirle la verità”. In quel momento, il suo capo sembrava capire. Sorrise e annuì. Xiaomin disse al suo capo con calma, “Le vendite stanno andando bene, ma guardando l’inventario, ho visto che mancavano dei vestiti, così ho cercato di compensare quelle perdite”. Il capo guardò Xiaomin con approvazione e disse: “Non deve risarcirmi. Da questo momento in poi, avrà un aumento di stipendio di 200 yuan al mese. Anche mia suocera è cristiana. Potreste fare due chiacchiere quando è libera”. Xiaomin pensò che fosse un miracolo: Aveva appena messo in pratica una piccola verità, e subito vide che Dio era andato a guidarla e incoraggiarla.

Attraverso questa esperienza, Xiaomin imparò che è molto importante praticare l’onestà come richiedono le parole di Dio. Si rese conto che praticando l’onestà, una persona può essere riempita di pace e vivere la vita con dignità e integrità. Sia Dio che la gente amano l’onestà. Le persone oneste ricevono la cura e le benedizioni di Dio e sono in pace nei loro cuori, il che non può essere quantificato con i soldi. Dopo questa esperienza insolita, aveva più fede e onestà e capì che le persone corrotte da Satana hanno realmente bisogno della sentenza e del castigo di Dio per diventare oneste. Xiaomin ringraziò Dio per averla guidata in una giornata così significativa. Gloria a Dio!

Traduzione di V.M.

Contattaci! Grazie per aver visitato il nostro sito Web. Se vuoi saperne di più sulla Bibbia o sul ritorno del Signore, non esitare a contattarci facendo clic sul pulsante qui sotto.
WhatsappInvia a Whatsapp