Home > Testimonianze di fede > Luogo di lavoro > Come superare la gelosia sul posto di lavoro: lei ha trovato il modo

Come superare la gelosia sul posto di lavoro: lei ha trovato il modo

Di Xinling

Nota dell’editore: Ling Ran si occupa di design in un’agenzia pubblicitaria. Quando la sua vecchia amica ha avuto risultati migliori dei suoi sul lavoro e ha iniziato un po’ alla volta a ricevere l’approvazione e il rispetto dei colleghi, è stata colta da un sentimento di gelosia che le si è attorcigliato intorno al cuore e ha divorato la sua felicità, come un serpente velenoso. Questa gelosia l’ha lasciata in uno stato di tormento, da cui lei non aveva la forza di fuggire. Quindi, come ha fatto Ling Ran a liberarsi dalla gelosia e a ristabilire la sua vecchia amicizia, affidandosi a Dio?

Competere con un’amica, un’esistenza miserevole

Due cristiane si aiutano a vicenda

Ling Ran e Zhang Ke sono due cristiane e buone amiche, che potrebbero parlare assieme di qualsiasi cosa. Da poco sono state entrambe assunte dalla stessa agenzia pubblicitaria per occuparsi di design. Ling Ran è stata felice di sapere che avrebbe lavorato con una delle sue buone amiche. All’inizio, Zhang Ke e Ling Ran si aiutavano e si incoraggiavano a vicenda, per cui, nonostante nessuna delle due avesse familiarità con il lavoro, non si sentivano particolarmente sotto pressione.

A Ling Ran piaceva davvero questo nuovo lavoro e si dava da fare con grande impegno. Dopo un po’, le sue prestazioni eccellenti le valsero l’approvazione dei suoi colleghi. Tuttavia, non molto tempo dopo, Ling Ran scoprì che Zhang Ke non solo stava facendo rapidi progressi sul lavoro, ma anche che disegnava immagini belle e fresche, gestiva la sua attività con molta professionalità, coordinava anche i carichi di lavoro più pesanti, era molto ben organizzata e metodica, e attirava gli sguardi invidiosi dei suoi colleghi. Inoltre, Zhang Ke aveva un cuore generoso, era sempre pronta ad aiutare gli altri e spesso dava una mano ai suoi colleghi con il lavoro. Di conseguenza, tutti coloro che lavoravano con Zhang Ke erano propensi ad ascoltarla quando condivideva la sua esperienza in merito al design di annunci pubblicitari e parlavano persino con lei dei problemi che incontravano nella loro vita quotidiana. Vedendo che Zhang Ke era benvoluta dai colleghi e che tutti erano molto amichevoli con lei, Ling Ran ne fu molto turbata. Pensò tra sé e sé: “Ci occupiamo entrambe di design e io ho eseguito il mio lavoro bene quanto lei, quindi, perché Zhang Ke attira tutta l’attenzione, mentre io non ottengo il minimo complimento? Non va, devo raddoppiare i miei sforzi: non posso essere inferiore a lei agli occhi dei miei colleghi!”. Piano piano, Ling Ran divenne gelosa di Zhang Ke e cominciò a evitarla.

Una volta, il capo di Ling Ran assegnò a lei e a Zhang Ke il compito di preparare il design dei loghi di due diversi negozi online. Quando Ling Ran ricevette l’incarico, non vedeva l’ora di iniziare. Pensò: “Progettare annunci pubblicitari separatamente per progetti diversi è il modo migliore per mostrare chi tra noi due svolge meglio il proprio lavoro. Devo sfruttare al massimo questa opportunità e creare davvero un buon design per far vedere ai miei colleghi di che stoffa sono fatta”. Nei giorni che seguirono, Ling Ran si impegnò quotidianamente in ricerche e progetti di design, e investì ore di lavoro straordinario sul logo. Alcuni giorni dopo, esso venne finalmente completato. Dovendo fare un bilancio del lavoro svolto, Ling Ran era abbastanza soddisfatta dei suoi risultati. Credeva che il suo design fosse di ottimo livello e non le sembrava che avesse nessun difetto. Ling Ran si sentì piuttosto compiaciuta di sé stessa quando consegnò il progetto al suo capo. Pensò tra sé: “Questa volta ho completato il mio design per prima e ho impiegato un notevole sforzo per ricercare, modificare e rivedere il tutto: sicuramente otterrò le lodi del mio capo!”. Persa in questi pensieri felici, Ling Ran si mise a canticchiare una canzoncina, mentre si recava alla sua postazione di lavoro e accendeva il computer per attendere la risposta carica di lodi del suo capo.

Con sua grande sorpresa, tuttavia, la risposta del capo fu tutt’altro che elogiativa: da essa si capiva che Zhang Ke aveva già presentato il suo progetto molto prima di lei, che questo era stato approvato non appena inviato e che il cliente era molto soddisfatto del risultato. Il design di Ling Ran, al contrario, aveva ancora alcuni punti da sistemare. Quando ricevette la notizia, Ling Ran si sentì profondamente abbattuta e la sensazione di gelosia che già l’aveva tormentata prese a sorgere ancora dentro di lei. Pensò: “Perché sei sempre tu al centro dell’attenzione? Ti sono davvero inferiore sotto ogni aspetto?”. Ling Ran era scoraggiata; se ne stava seduta in uno stato di stordimento, senza parole, e fissava priva di espressione la scrivania di fronte a lei.

Ling Ran trascorse i giorni successivi in uno stato di angoscia. Non riusciva a concentrarsi sul suo lavoro e commetteva un errore dopo l’altro, finendo persino per tirarsi addosso i rimproveri del suo capo. Quando Ling Ran vide Zhang Ke chiacchierare e ridere con i suoi colleghi, la fiamma della gelosia si riaccese ancora una volta nel suo cuore e cominciò persino a odiare la sua vecchia amica. Provava la sensazione che Zhang Ke fosse la causa di tutti i suoi attuali problemi e che stesse ricevendo l’attenzione che spettava a lei, sminuendola davanti ai loro colleghi. Una volta, Zhang Ke contattò Ling Ran per discutere una questione riguardante la colorazione, ma Ling Ran, a causa della sua gelosia, la trattò con freddezza, un atteggiamento che lasciò Zhang Ke in una posizione imbarazzante. Dopo quest’episodio, Ling Ran evitò ancora di più Zhang Ke e, poiché non riusciva proprio a farsi un nome nell’agenzia, divenne silenziosa e riservata, e iniziò a isolarsi, rifiutandosi di conversare con gli altri colleghi. A poco a poco, Ling Ran divenne sempre più depressa e cominciò a sentirsi stressata dal lavoro. Pregava Dio, ma non riusciva a sentire la Sua presenza, e così perse la sensazione di pace e di gioia nel suo cuore, e sperimentò grandi sofferenze e tormenti. Nel mezzo di questa sua situazione di impotenza, Ling Ran invocò Dio implorando: “Mio Dio, mi agito e mi ingelosisco di Zhang Ke quando vedo quanto è brava nel suo lavoro e quanto è rispettata dai nostri colleghi. Mi viene persino voglia di ignorarla. Mio Dio, vivo in uno stato di totale angoscia, non voglio comportarmi così, ma non riesco a controllarmi. Mio Dio, per favore guidami e fammi capire la Tua intenzione, in modo che io possa trarre un insegnamento dalla difficile condizione che sto vivendo. Amen!”.

Risalendo alla causa, la colpa era della gelosia

Uua cristiana legge la parola di Dio per superare la gelosia

Dopo aver concluso la sua preghiera, Ling Ran iniziò a leggere “Puoi ottenere la verità dopo aver consegnato il tuo vero cuore a Dio” e trovò i seguenti due passi della parola di Dio: “Quando vedi che qualcuno si mette al centro dell’attenzione, sei invidioso, provi odio e ritieni che sia ingiusto. ‘Perché non possono essere io al centro dell’attenzione? Perché è sempre lui a spiccare e non tocca mai a me?’ Vi è del risentimento. Cerchi di reprimere il risentimento, ma non ci riesci, perciò preghi. Dopo aver pregato, per un po’ ti senti meglio, ma in seguito quando vai di nuovo incontro alla questione non riesci a superarla. Non si tratta forse di immaturità di levatura? Ricadere in tali situazioni non è forse una trappola? Questa è la schiavitù della natura corrotta di Satana”. “Alcune persone temono sempre che gli altri rubino loro la scena e le mettano in ombra, che ottengano riconoscimento mentre loro vengono trascurate, così li sdegnano e li escludono. Questo non significa forse che sono invidiosi delle persone più capaci di loro? […] Le persone di questo tipo hanno una cattiva indole e Dio non ha alcun amore per loro”.

Ling Ran ne fu profondamente commossa: comprese che la parola di Dio esponeva in modo perfetto i pensieri e le emozioni che provava in quel momento. Ling Ran rifletté su come, da quando aveva iniziato a lavorare con Zhang Ke, ogni volta che si accorgeva che l’amica aveva risultati migliori dei suoi sul lavoro, che aveva grandi capacità, che andava d’accordo con i colleghi ed era da loro ben considerata e molto apprezzata, diventava gelosa di lei e, piena di malcontento e poco propensa ad accettare la sconfitta, le si metteva segretamente in opposizione. Per dimostrare le proprie capacità e ottenere l’approvazione dei suoi colleghi, Ling Ran si era spinta fino al limite, per quanto riguardava lo studio nel suo settore. Si era rinchiusa in un rapporto di competizione con Zhang Ke, ma, quando non era stata capace di far meglio della sua vecchia amica e di costruirsi un nome tra i suoi colleghi, aveva concluso che Zhang Ke le stava facendo ombra e l’aveva pertanto disprezzata, rifiutata ed evitata sempre di più. In quel momento, Ling Ran si rese finalmente conto che la ragione per cui la sua anima era stata inghiottita dall’oscurità e dall’angoscia dipendeva dal fatto che lei era caduta sotto l’influenza di un’indole satanica arrogante, presuntuosa e competitiva. Comprese che, anche se credeva in Dio, viveva la sua vita basandosi sulle concezioni di “L’uomo lotta proteso verso l’alto, l’acqua scorre verso il basso” e “Sii al di sopra degli altri e rendi gloria ai tuoi antenati” che sono i principi dell’esistenza di cui Satana si serve. Si preoccupava sempre di distinguersi e di venire molto apprezzata dai suoi colleghi. Voleva avere la sensazione di essere adulata da una cerchia di ammiratori. Non appena qualcuno la superava o si distingueva più di lei, diventava automaticamente gelosa di questa persona e la disprezzava. Vivendo a questo modo, conduceva la sua esistenza senza la minima somiglianza di un autentico essere umano! Ling Ran si rese conto che all’inizio Zhang Ke e lei erano state buone amiche, ed era solo perché lei era stata condizionata e controllata dalla sua indole satanica che sentiva il bisogno di competere continuamente con Zhang Ke. Non solo quest’atteggiamento aveva ferito la sua amica, ma aveva causato alla stessa Ling Ran una sofferenza grande e apparentemente inestricabile.

Ling Ran si ricordò, poi, della storia di re Saul, riportata nella Bibbia. Re Saul aveva sviluppato un odio geloso verso Davide, dopo che costui aveva ottenuto le lodi degli Israeliti per le sue passate vittorie in battaglia. In seguito, Saul, temendo che Davide avrebbe conquistato la fedeltà degli Israeliti e che lui sarebbe stato quindi deposto come re, si era lanciato in una caccia folle e assassina per catturare suo genero. Anche se sapeva che Dio aveva consacrato Davide, Saul decise comunque di farlo morire e, pertanto, di assumere apertamente Dio come suo nemico. Alla fine, fu abbandonato dallo Spirito Santo e morì in battaglia. Il solo pensare a come il desiderio di distinguersi dagli altri poteva indurre le persone a venir controllate e condizionate dal proprio cuore geloso fece venire i brividi a Ling Ran. Quanto era pericoloso! Inoltre, più si diventa geloso, maggiore è la sofferenza che si sopporta, ciò che conduce alla fine e inevitabilmente al tormento di Satana e alla morte! A quel punto, Ling Ran ringraziò Dio dal profondo del suo cuore per la Sua illuminazione e la Sua guida, che le avevano permesso di vedere chiaramente la causa e le conseguenze della sua gelosia. Perché, se avesse continuato a vivere secondo l’indole corrotta di Satana, avrebbe solo guadagnato l’odio e il disgusto di Dio. Ling Ran non era più disposta a vivere secondo l’indole corrotta di Satana, per cui decise di liberarsene e di ricominciare daccapo.

Agire secondo la parola di Dio, un’amicizia rinnovata

In seguito, Ling Ran si imbatté in un altro passo della parola di Dio: “Se una persona si è sbarazzata di queste indoli corrotte, è libera e affrancata? Riflettici: che genere di cambiamenti deve fare una persona se vuole evitare di cadere in queste condizioni e liberarsi dalle vessazioni di queste cose? Cosa deve ottenere prima di potersi sbarazzare dei loro vincoli e di riuscire davvero a essere libera e affrancata? Da una parte, una persona non deve lasciarsi ingannare dalle cose: questa fama, fortuna e queste posizioni sono strumenti e metodi con cui Satana corrompe le persone, le intrappola, le danneggia e ne provoca la degenerazione. Devi prima comprenderlo chiaramente nella teoria. Poi devi imparare a rinunciare a queste cose e a metterle da parte. […] Se ti concentri sempre su di loro, se lotti sempre per loro, se il tuo cuore ne è sempre colmo, se le tieni dentro di te e non vuoi mai accantonarle, allora sei controllato e vincolato da queste cose. Sei diventato uno schiavo e non riesci a rinunciarvi. Devi imparare a rinunciare e accantonare queste cose, a cedere, a raccomandare altri, a consentire loro di spiccare. Non lottare furiosamente e non affrettarti a trarre vantaggio non appena vai incontro a un’occasione per metterti in mostra o farti onore. […] Più rinunci e accantoni, più il tuo cuore sarà in pace e più spazio si aprirà al suo interno, e più migliorerà la tua condizione. Più lotti e competi, più tenebrosa sarà la tua condizione; provare per credere. Se vuoi rovesciare questo genere di situazione, se vuoi non essere dominato da queste cose, devi prima accantonarle e rinunciarvi” (“Puoi ottenere la verità dopo aver consegnato il tuo vero cuore a Dio”).

La parola di Dio fornì a Ling Ran un orientamento concreto per progredire nella sua vita. Se voleva allontanare la gelosia dal suo cuore e trovare una via d’uscita da questa situazione dolorosa, doveva agire coscientemente come Dio le richiedeva di fare quando incontrava qualcuno dei problemi che la turbavano nella sua vita reale. Doveva ribellarsi contro la carne con un atteggiamento propositivo, abbandonare la sua vanità e il suo desiderio di ottenere una posizione, ignorare le opinioni degli altri e solo sforzarsi di vivere al cospetto di Dio in una silenziosa e umile oscurità. Riflettendo su come, a causa della sua gelosia verso Zhang Ke, era stata ingannata e tormentata da Satana, e aveva vissuto in una condizione di pura angoscia, Ling Ran decise di affidarsi a Dio e di rinunciare al suo cuore geloso. In seguito, ogni volta che Ling Ran sentiva che stava tornando ai suoi precedenti modi dominati da gelosia e competitività, pregava immediatamente Dio, meditava sui passi della Sua parola che aveva letto in precedenza, praticando nel ribellarsi, secondo la parola di Dio, contro idee ed emozioni inappropriate che le nascevano dentro, liberandosi del suo cuore geloso ed evitando di competere con Zhang Ke. Lentamente, la situazione di Ling Ran migliorò e anche il dolore che provava si attenuò.

Una cristiana ha superato la gelosia in amicizia, sta sorridendo

Giorni dopo, quando Ling Ran e Zhang Ke si incontrarono per caso nella sala ristoro, Ling Ran desiderava cogliere l’opportunità di condividere con Zhang Ke le sensazioni che aveva provato, ma, all’improvviso, sentì come uno strano formicolio allo stomaco e il suo cuore iniziò a battere forte. Pensò tra sé e sé: “E se le racconto quali erano i miei pensieri e lei mi giudica male?” Ling Ran pregò Dio nel suo animo, chiedendoGli di guidarla e aiutarla. Alla fine, raccolse il suo coraggio e aprì il suo cuore a Zhang Ke riguardo a come era stata gelosa di lei e di recente l’aveva intenzionalmente evitata. Condivise anche la sua nuova esperienza e comprensione della parola di Dio. Quando Ling Ran ebbe finito, non solo Zhang Ke non la giudicò male, ma le rispose con calore: “Tutti siamo stati corrotti da Satana e abbiamo un’indole depravata. Aprendo il tuo cuore e comunicando con me stai praticando la verità! Sia ringraziato Dio! Se in futuro incontreremo problemi, potremo semplicemente discuterne e affidarci a Dio insieme, perché ci aiuti a risolverli”. Le due ragazze incrociarono lo sguardo e si sorrisero. A Ling Ran sembrò come se un enorme peso le fosse stato tolto di dosso e si sentì molto più in pace.

Qualche tempo dopo, Ling Ran percepì la sensazione di avere già compiuto alcuni veri cambiamenti e sentì di non provare più gelosia nei confronti di Zhang Ke, ma Dio conosceva la sua reale levatura e la sua condizione, e orchestrò, quindi, un’altra situazione per metterla alla prova…

Un giorno, l’ufficio design tenne una riunione per discutere di un progetto per pubblicità esterne. Quando Zhang Ke condivise la sua idea per il progetto, i suoi colleghi trovarono che era molto originale e le fecero un mucchio di complimenti. Quando Ling Ran vide che l’idea di Zhang Ke aveva ancora una volta ottenuto l’approvazione dei suoi colleghi, si sentì un po’ triste e messa da parte. Questa volta, però, Ling Ran si rese immediatamente conto di avere assunto l’atteggiamento sbagliato e pregò Dio: “Mio Dio! Sto scivolando nei miei vecchi comportamenti. Quando ho visto che Zhang Ke veniva lodata, ho ricominciato a diventare gelosa. Dio! Prego che Tu possa darmi la forza di superare la mia natura peccaminosa e che Tu mi aiuti a respingere la mia indole corrotta e satanica!”.

Dopo aver terminato la sua preghiera, Ling Ran pensò al seguente passo dei “Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita”: “È difficile trasformare l’invidia in ammirazione? Meditate allora sull’aspetto positivo: ‘Non è fantastico che lui sia così bravo? Abbiamo ora un modello da seguire. Possiamo trarre beneficio da questa persona. Poiché è migliore di noi, possiamo imparare da lui, quando non capiamo qualcosa. È un ulteriore percorso per noi!’”. Dopo aver meditato su questo sermone, Ling Ran si sentì più leggera e più a suo agio nel suo animo. Si rese conto che, nella misura in cui Zhang Ke era più abile nel suo lavoro, lei avrebbe dovuto imparare dai suoi punti di forza a rafforzare le proprie debolezze. Solo in questo modo la qualità del suo lavoro sarebbe migliorata. Se avesse continuato a essere gelosa di Zhang Ke e a vivere seguendo un’indole corrotta, non ci sarebbe stato molto che sarebbe stata capace di imparare attraverso le sue ricerche, e sarebbe migliorata assai lentamente. Allo stesso tempo, Ling Ran comprese che era parte del meraviglioso piano di Dio aver collocato lei stessa e Zhang Ke nella medesima agenzia. Dio sapeva che lei era stata completamente corrotta da Satana e che la sua natura era arrogante e desiderosa di mettere in ombra gli altri. Dio aveva messo nel suo reparto una designer di grande talento, al fine di svelare la sua indole corrotta, permetterle di riconoscere la realtà del suo completo pervertimento da parte di Satana e rendersi conto delle conseguenze insite nel vivere secondo la malvagia indole satanica. Così facendo, Egli le aveva permesso di affrancarsi dalla corruzione e dal tormento di Satana, e, agendo secondo la parola di Dio, lei era stata capace di vivere a somiglianza di un normale essere umano. Quel giorno, Dio aveva ancora una volta organizzato per lei una situazione particolare. Egli non desiderava che lei continuasse a vivere secondo quell’indole corrotta di invidia per le persone di talento; non voleva che continuasse a essere ingannata da Satana in una competizione e lotta costanti con gli altri. Invece, Egli desiderava che lei cercasse la verità e uscisse completamente da sotto il velo dell’indole di Satana, libera e senza costrizioni. Una volta compresa l’intenzione di Dio, Ling Ran si sentì serena e la sua gelosia per Zhang Ke svanì quasi senza che se ne rendesse conto. Inoltre, capì che trovarsi in un posto in cui i suoi colleghi avevano più talento di lei era una grande opportunità per imparare e per migliorare le proprie capacità. Se era vero che i suoi colleghi erano più bravi di lei, allora sarebbe stata l’unica che avrebbe potuto migliorare! Era pronta a mettere da parte il proprio orgoglio e a imparare dai punti di forza di Zhang Ke. Voleva servirsi delle proprie azioni concrete per umiliare Satana. Dopo aver compreso ciò, Ling Ran riacquistò un senso di tranquillità e iniziò a interagire più frequentemente con i suoi colleghi e a impegnarsi attivamente nelle discussioni.

Quando Ling Ran smise di essere gelosa di Zhang Ke e competitiva nei suoi confronti, e iniziò a imparare da lei con mente aperta, scoprì che Zhang Ke aveva davvero molti punti di forza. Possedeva un grande senso di responsabilità, era paziente e, quando i colleghi si imbattevano in qualche problema, faceva di tutto per aiutarli. Anche se Ling Ran aveva perso la calma, Zhang Ke aveva mantenuto la sua ed era stata comprensiva. Ling Ran si rese conto che Zhang Ke era la più forte negli ambiti in cui lei era più debole, per cui cercava di imparare da lei e discutevano spesso di questioni legate al design. Dopo un po’, Ling Ran migliorò considerevolmente nel suo lavoro e, alla fine, si rese conto che Zhang Ke non era una sua concorrente, ma la sua miglior collaboratrice e amica. Ling Ran non era più condizionata da un cuore geloso e trovava grande gioia nella propria vita spirituale. Si sentiva anche sempre più libera dalle costrizioni nel suo animo. Sapeva che tutto ciò era stato reso possibile dalla parola di Dio e Lo ringraziava dal profondo del suo cuore per averla salvata!


Potresti anche essere interessato a leggerne di più sulla nostra sezione “Testimonianze di fede” o nei contenuti selezionati di seguito:

Per migliorare le relazioni interpersonali, dobbiamo seguire…

Non temere alcuna difficoltà perché Dio è con noi

,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp