Home > Vangelo del giorno > Studi biblici > Come avverrà il giudizio finale?

Come avverrà il giudizio finale?

In giorni e orari prestabiliti i fratelli e le sorelle si incontravano presso sorella Wang, per studiare la Bibbia. Questo appuntamento si teneva quel giorno alle sette di sera.

Mano a mano che i fratelli e le sorelle arrivavano uno dopo l’altro, la stanza si faceva rumorosa. Mentre sorella Dong parlava con gli altri, qualcuno bussò alla porta. Sorella Wang si alzò per aprire e si trovò davanti sorella Lin, che entrò canticchiando una canzone: “Negli ultimi giorni ci sarà un grande trono bianco; vi siederà Gesù Cristo, e in faccia al trono ognuno passerà attraverso un mare di vetro in cui saranno mostrate le trasgressioni della sua intera vita…”.

Attratti dal canto di sorella Lin, tutti gli altri battevano le mani e cantavano. Dopo che sorella Lin giunse, sorridendo, alla sedia e vi si accomodò, il canto gradualmente sfumò.
Sorella Wang si avvicinò a sorella Lin, si sedette e chiese incuriosita: “Ciao, perché hai cantato questa canzone oggi?”

Sorella Lin aveva un’espressione perplessa sul volto: “In questi giorni sto leggendo l’Apocalisse. Soprattutto quando mi sono imbattuta nel capitolo 20, che parla delle profezie riguardanti il fatto che Signore verrà a compiere l’opera di giudizio negli ultimi giorni, mi sono ricordata di questa canzone e mi son messa a cantarla quasi senza accorgermene. Penso che questi versetti nascondano alcuni misteri. Non riesco davvero a capire come il Signore compirà l’opera di giudizio negli ultimi giorni. Che ne dite di discutere di questa questione stasera?”.

“Va bene. Rendiamo grazie al Signore! Andiamo a studiare insieme la Bibbia per avere una comprensione chiara riguardo a questo tema”, rispose sorella Dong. Gli altri annuirono, manifestando così il proprio consenso.
Dopo aver pregato, passarono all’Apocalisse 20:11-15 e lessero insieme: “Poi vidi un gran trono bianco e Colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggiron terra e cielo; e non fu più trovato posto per loro. E vidi i morti, grandi e piccoli che stavan ritti davanti al trono; ed i libri furono aperti; e un altro libro fu aperto, che è il libro della vita; e i morti furon giudicati dalle cose scritte nei libri, secondo le opere loro. E il mare rese i morti ch’erano in esso; e la morte e l’Ades resero i loro morti, ed essi furon giudicati, ciascuno secondo le sue opere. E la morte e l’Ades furon gettati nello stagno di fuoco. Questa è la morte seconda, cioè, lo stagno di fuoco. E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco”. Dopo aver letto questi versetti, iniziarono a discuterne.

Sorella Dong posò la Bibbia in mano e disse: “In un incontro di risveglio, ho sentito una volta i pastori parlare della scena del ritorno del Signore. Sarà straordinario e maestoso, e la terra e il cielo verranno inghiottiti. A quel punto suoneranno le trombe e migliaia di angeli e arche dell’Alleanza discenderanno dal cielo cavalcando destrieri alati. È così imponente. Gli uomini e le donne si sveglieranno di soprassalto e saranno radunati. I non credenti tremeranno di paura e in ginocchio imploreranno pietà, mentre noi credenti saremo rapiti innanzi al trono del Signore. Quindi, inizierà il giudizio”.

Sorella Chen annuì alcune volte in successione e disse: “Sì! Quando Dio giudicherà, preparerà un grande tavolo nel cielo, su cui verrà stesa una tovaglia bianca, con libri e un libro della vita posato su di esso. Il Signore, ornato di una gloriosa corona d’oro sulla testa, siederà sul trono, e gli angeli staranno su entrambi i lati in attesa di un Suo comando. Il Signore aprirà per primo il libro della vita, per fare l’appello. Tutti coloro i cui nomi verranno chiamati saranno portati direttamente dagli angeli nel Regno dei Cieli. Per quanto riguarda quelli i cui nomi non sono nel libro della vita, il Signore aprirà i libri e deciderà le loro destinazioni in base a tutto ciò che hanno fatto nel corso della loro esistenza. Davanti ai peccati che hanno commesso, costoro non potranno negare, ma solo piangere e digrignare i denti e battersi il petto”.

Altri collaboratori risposero: “Sì! Una scena del genere deve essere davvero uno spettacolo straordinario! Dopo il giudizio del Signore, tutti coloro che fanno il bene saranno portati nel Regno dei Cieli e banchetteranno con Dio; tutti i malfattori saranno gettati in un lago di fuoco e di zolfo, in cui i vermi non muoiono e le fiamme non si estinguono”.

Sorella Wang scosse la testa. Rivolgendo lo sguardo verso sorella Dong e sorella Chen, scherzò: “Più voi due parlate, più la storia diventa incredibile. Vi immaginate il giudizio del Signore davvero come qualcosa di soprannaturale. Genesi 1:8 afferma, ‘E Dio chiamò la distesa “cielo”’. Con il cielo pieno d’aria e il nostro corpo così pesante, come potremmo ascendere al paradiso? I palloncini scoppiano quando salgono in alto, sopra il terreno, per non parlare di quel che succederebbe a noi. Penso che non sia realistico credere che verremo giudicati in cielo dal Signore”.

Un altro collaboratore aggiunse: “Sì. Non c’è altro che aria nel cielo. Come potremmo sopportare ciò? Il mio vicino pensa che quello che immagino sia folle e ride sempre di me: ‘Attendi con ansia di salire in cielo da un momento all’altro. Non hai paura di cadere giù?’”. Udendo ciò, tutti risero.

“Voi due pensate troppo a questa questione. Come potete non avere fede nel Signore? L’Antico Testamento afferma che Jahvè Dio portò Elia in cielo in un vortice. Il Signore è Onnipotente. Non dobbiamo preoccuparci di queste cose”, fratello Fang disse con disinvoltura.

Sorella Ma proferì: “Non dobbiamo parlare a caso. II Pietro 1:20 dice: ‘Sapendo prima di tutto questo: che nessuna profezia della Scrittura procede da vedute particolari’. Come possiamo desumere, non dovremmo interpretare la profezia alla lettera o affidarci alle nostre immaginazioni per descrivere il luogo in cui il Signore giudicherà l’uomo negli ultimi giorni. Ciò condurrà facilmente a interpretazioni errate dell’opera di Dio e alla resistenza contro di Lui!”.

Come avverrà il giudizio finale

Mentre stavano discutendo, fratello Zhang intervenne: “Fratelli e sorelle, per favore, calmatevi. In realtà, in passato, anch’io pensavo che il Signore avrebbe giudicato l’uomo in cielo. Ma di recente, controllando diversi versetti, ho scoperto che non era semplice come pensavamo. L’Apocalisse è stata scritta da Giovanni dopo aver ricevuto la rivelazione di Dio sull’isola di Patmos. I versetti contenuti in essa riguardano l’opera che Egli desidera compiere negli ultimi giorni. Si tratta di visioni, profezie e misteri. Apocalisse 14:6 dice: ‘Poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo, recante l’evangelo eterno per annunziarlo a quelli che abitano sulla terra, e ad ogni nazione e tribù e lingua e popolo’. In Salmi 96:13 si dice anche: ‘Poich’egli viene, viene a giudicare la terra. Egli giudicherà il mondo con giustizia, e i popoli secondo la sua fedeltà’. Le nostre immaginazioni riguardo al fatto che il Signore avvierà il giudizio in cielo contraddicono in apparenza ciò che sostengono i versetti. Lo spirito di Dio è senza forma e amorfo. È retto e santo e non tollera l’offesa dell’uomo. Che qualità abbiamo noi peccatori per guardare il volto di Dio? Pertanto, penso che negli ultimi giorni Dio possa compiere l’opera di giudizio sulla terra, non in cielo”.

Sorella Wang rifletté con sguardo di rimprovero alle parole pronunciate da fratello Zhang. All’improvviso qualcosa sembrò impressionarla e si diede un colpetto sulla fronte. “Ahimè! Perché non ci ho pensato? Dice la preghiera del Signore: ‘venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo’ (Matteo 6:10). Non significa forse ciò che Dio ci condurrà sulla terra? In Apocalisse 11:15 si dice anche: ‘Ed il settimo angelo sonò, e si fecero gran voci nel cielo, che dicevano: Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo; ed egli regnerà ne’ secoli dei secoli’. Se Dio discende sulla terra per compiere il Suo giudizio, allora la Sua volontà è sulla terra che può essere realizzata. Ma se il Suo giudizio è eseguito in cielo, questi versetti perdono di significato”.

Sentendo ciò, sorella Lin disse con gioia: “Dopo aver ascoltato la tua condivisione, penso alle parole contenute in Apocalisse 21:3 ‘E udii una gran voce dal trono, che diceva: Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini; ed Egli abiterà con loro, ed essi saranno suoi popoli, e Dio stesso sarà con loro e sarà loro Dio’, significa che negli ultimi giorni, quando Dio giungerà, Egli dimorerà con l’uomo e giudicherà l’uomo sulla terra. Proprio come dice 1 Pietro 4:17, ‘Poiché è giunto il tempo in cui il giudicio ha da cominciare dalla casa di Dio; […]’”.

Sorella Dong aggiunse con una certa eccitazione: “Oh! Grazie al tuo discorso di poco fa, scopro che ci sono così tanti misteri in questi versetti. È incredibile! In passato, pensavo che fosse in cielo che il Signore avrebbe giudicato l’uomo al Suo ritorno; tuttavia, quando ora rileggo questi versetti, sento che ciò non è realistico ed è molto probabile che tutto avvenga sulla terra”.

Sorella Wang disse: “In Giovanni 3:13 il Signore Gesù disse: ‘A E nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo: il Figliuol dell’uomo che è nel cielo’. Il Signore Gesù ci ha già chiaramente indicato che nessuno è asceso al cielo, se non il Figlio dell’uomo. Come è possibile che ogni giorno continuiamo a sognare a occhi aperti, desiderando di ascendere al cielo? Siamo così sciocchi”. A queste parole, tutti risero.

“Se quello che dici è vero, allora il giudizio del Signore negli ultimi giorni avrà luogo probabilmente sulla terra. Ma Egli come compirà esattamente il giudizio?”. Fratello Fang guardò tutti, disorientati.

In quel momento, fratello Zhang aggiunse: “Ricordo che i Salmi, ai versetti 50:3-6, dicono: ‘L’Iddio nostro viene e non se ne starà cheto; lo precede un fuoco divorante, lo circonda una fiera tempesta. Egli chiama i cieli di sopra e la terra per assistere al giudicio del suo popolo: Adunatemi, dice, i miei fedeli che han fatto meco un patto mediante sacrifizio. E i cieli proclameranno la sua giustizia; perché Dio stesso sta per giudicare. Sela’. Giovanni 12:48 dice, ‘Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno’. Questi versetti suggeriscono che il Signore ritornato negli ultimi giorni giudicherà l’uomo mediante le parole, vero?”.

Sorella Lin annuì: “Sì. Mentre ascolto la condivisione di fratello Zhang, mi torna alla memoria che nell’Apocalisse ci sono sette versetti che dicono: ‘Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. […]’. Da questi versetti, possiamo evincere che durante gli ultimi giorni Dio parlerà alle Chiese. È molto probabile che negli ultimi giorni in cui il Signore ritornerà, Egli esprimerà parole e verità per compiere l’opera del giudizio. Giovanni 16:12-13 anche dice, ‘Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire’. Quando il Signore Gesù compì la Sua opera, disse che aveva molte cose da comunicare all’uomo, ma all’epoca quest’ultimo aveva una limitata capacità di comprensione e non avrebbe potuto sopportarle. Solo quando il Signore giungerà negli ultimi giorni, Egli annuncerà all’uomo molte verità, che in precedenza questo non avrebbe potuto capire. In accordo con i versetti di cui sopra, penso che il Signore quando ritornerà per giudicare l’uomo esprimerà parole. Lo pensate anche voi?”.

“Dio esprimerà parole per giudicare l’uomo negli ultimi giorni?”, “Se presenti la situazione a questo modo, è del tutto possibile”. Tutti presero a discuterne.

In quel momento, sorella Dong annuì e proferì: “La tua condivisione ha senso. Questi versetti mostrano che negli ultimi giorni il Signore può esprimere parole per giudicare l’uomo sulla terra quando ritornerà negli ultimi giorni. La nostra interpretazione delle profezie basata sul significato superficiale dei versetti proviene dalle nostre immaginazioni. Non è realistica. Per quanto riguarda il modo in cui il Signore giudicherà l’uomo negli ultimi giorni, si tratta di un tema che dovremmo trattare con serietà e non possiamo ascoltare in merito solo i pastori e gli anziani. Se il Signore esprime veramente parole per giudicare l’uomo sulla terra, e noi non ricerchiamo, ma traiamo solamente conclusioni secondo le nostre immaginazioni e ci attendiamo un giudizio davanti a un grande trono bianco in cielo, allora ci prestiamo a perdere la salvezza di Dio degli ultimi giorni!”.
Anche sorella Lin disse: “Sì, le nostre condivisioni questa sera sono davvero illuminanti. Apocalisse 3:20 dice, ‘Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco’. Solo le vergini sagge possono accogliere il Signore. Se, come loro, presteremo attenzione ad ascoltare la voce del Signore e apriremo la porta quando udremo la Sua voce, allora potremo accogliere il Suo ritorno”.

Sorella Wang commentò con gioia: “Sì, il Signore Gesù una volta disse: ‘Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco, ed esse mi seguono’ (Giovanni 10:27). Pertanto, se qualcuno predica che il Signore è tornato e che Egli esprime parole per giudicare l’uomo, dovremmo prestare ascolto alla voce del Signore, come le vergini sagge. Non appena udiamo la verità, dovremmo indagarla immediatamente per non perdere l’opportunità di essere salvati da Dio!”.

Dopo aver sentito ciò, tutti annuirono. Tale è il modo in cui si concluse questo incontro dedicato allo studio della Bibbia.


Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp