Home > Testimonianze di fede > Testimonianze straordinarie > Testimone di grazia: ha dato alla luce un bambino sano, dopo che i medici le avevano diagnosticato che era sterile

Testimone di grazia: ha dato alla luce un bambino sano, dopo che i medici le avevano diagnosticato che era sterile

Un salotto spazioso e luminoso con un lettino, un bimbo di sei mesi che vi giace beatamente dentro, la sua piccola bocca che succhia le dita minute… Xiaohui, sul divano, osservava questa scena, sul suo viso un sorriso che non le aveva mai adornato prima il volto.

testimone-di-grazia

Il fatto che Xiaohui, una volta sterile, avesse potuto dare alla luce un bambino sano non era il risultato di cure mediche o scientifiche. Si trattava di una vita che le era stata donata da Dio. Mentre ritornava con la memoria all’amarezza di più di due anni di ricerca di cure mediche, Xiaohui era colma di emozioni complesse…

A circa vent’anni, aveva sposato il ragazzo con cui era fidanzata da due e, dopo le nozze, si era goduta l’amore e l’affetto del marito, ma non vedeva anche l’ora di dare alla luce un bel bambino e di realizzare il suo sogno di costruire una famiglia. Ma Xiaohui non riusciva a rimanere incinta e quando si era recata all’ospedale per esaminarne il motivo, il medico le aveva detto: “La possibilità di curare l’insufficienza ovarica congenita è molto limitata”. Si trattò di un duro colpo per lei, che voleva disperatamente un figlio. In un sospiro si disse: “Come è potuto accadere? E come è possibile rispettare una donna che non può avere figli? Se non riesco a diventare madre, mio marito mi vorrà ancora in futuro? E mia suocera sta aspettando un nipote”. Xiaohui si trovava intrappolata in pensieri negativi e tristi, mentre lacrime le scorrevano lungo le guance…

“Dottore, la medicina è molto avanzata al giorno d’oggi e, anche se so che la possibilità di curare la mia patologia e di rimanere incinta è bassa, vorrei fare quel che posso per guarire. Dottore, per favore, mi aiuti!”. Xiaohui implorò, come se stesse appuntando tutte le sue speranze di avere un figlio interamente sul medico. Il dottore iniziò a somministrarle la più avanzata terapia termica a raggi infrarossi per la disinfezione a disposizione e le prescrisse alcuni farmaci, ma dopo un anno e mezzo di cure, e dopo aver speso oltre 30.000 yuan, la diagnosi di Xiaohui non era cambiata. Non c’era stato alcun miglioramento. Xiaohui si sentiva particolarmente impotente. Davvero non esisteva alcuna cura per la sua malattia? Intendeva provare a eseguire la sua terapia in un ospedale che possedesse tutte le attrezzature necessarie e in cui lavorassero i medici con le competenze più avanzate del Paese. Pensava che lì avrebbero sicuramente avuto le risposte per lei. Così, raccolse tutti i suoi dati e si recò in un famoso ospedale nazionale per farsi curare.

Ma, dopo aver dato una rapida occhiata al materiale che Xiaohui aveva portato con sé e dopo averle posto alcune semplici domande sulla sua patologia e sulla sua storia terapeutica, il dottore spiegò: “Hai sempre avuto mestruazioni scarse, hai ovaie piccole, lunghe solo pochi millimetri, e un basso livello di estrogeni. I tuoi precedenti clinici e i risultati degli esami sono in linea con la diagnosi di insufficienza ovarica congenita, per cui non ti sottoporrò ad altre analisi. Invece, somministreremo progesterone per indurre artificialmente le mestruazioni”. Ma, dopo due mesi di questa terapia, non vi fu alcun miglioramento nelle condizioni di Xiaohui e gli effetti collaterali del farmaco le avevano tolto l’appetito. Era talmente piena di dolori e in uno stato di tale sofferenza, che non poteva continuare ad assumere questa medicina. Ma Xiaohui non intendeva arrendersi. Pensava a tutti gli ospedali e ai dottori che avevano trattato con successo molti casi di sterilità di cui aveva letto online, o che aveva visto in TV e nelle pubblicità, e sognava di essere il prossimo esempio coronato da successo. Guidata dall’ultima speranza, si recò in due ospedali grandi e famosi. Dopo aver formulato la diagnosi, un celebre medico le disse: “I tuoi livelli di estrogeni sono molto bassi, dovrai pertanto seguire una terapia ormonale sostitutiva per tutta la vita. Non potrai mai interrompere le cure o andrai incontro a un invecchiamento precoce”. Non vi fu alcun dubbio che queste parole si rivelarono come sale sfregato sulle ferite di Xiaohui. Non avrebbe mai potuto immaginare che la sua patologia avrebbero richiesto una terapia ormonale sostitutiva a vita. Frustrata, Xiaohui non ebbe altra scelta che seguire le indicazioni del medico e sottoporsi alle cure per altri sei mesi, ma quando fu nuovamente riesaminata, le sue ovaie risultarono ancora sottodimensionate e non contenevano ovociti maturi. Xiaohui era completamente incurabile…

Fissò scioccata i risultati dei suoi esami definitivi. Negli ultimi due anni, aveva speso per la sua terapia tutti i 100.000 yuan risparmiati con il suo lavoro. Ricordava anche molto chiaramente le sofferenze che le cure avevano comportato: aveva eseguito ogni tipo di test, assunto ogni farmaco e si era sottoposta a ogni iniezione che i medici le avevano indicato, e tutto il resto, non aveva osato trascurare un singolo dettaglio; si era recata a ogni appuntamento medico, nel freddo dell’inverno o nel caldo dell’estate; non riusciva a ricordare quanto lontano avesse viaggiato o quanto sangue le fosse stato estratto, né quante iniezioni le fossero state fatte o quanti farmaci avesse assunto. Ma alla fine, non c’era stato nemmeno un piccolissimo miglioramento nella sua patologia. Invece, ne era uscita esausta fisicamente e mentalmente, piena di dolori e, a causa degli effetti collaterali dell’uso a lungo termine di ormoni, il suo peso era passato dai 45 chili iniziali a 60 chili. Era diventata più grossa di diverse taglie. Quando guardava allo specchio il suo viso, che aveva assunto la forma di una luna, e la sua figura gonfia, provava una delusione che non aveva mai sentito prima. Aveva sempre pensato che la medicina e la scienza avessero autorevolezza, ma esse non possedevano il valore che aveva loro attribuito. Immediatamente si sentì come se non avesse nulla su cui contare e crollò in uno stato di dolore e disperazione.

Quella notte, Xiaohui si girò e rigirò nel letto, incapace di prendere sonno. Mentre guardava l’oscurità della notte fuori dalla finestra, si sentì impotente, e lacrime silenziose scorsero dai suoi occhi sul cuscino…

La nonna di Xiaohui, che aveva sempre dimostrato una grande attenzione per lei, le fece visita e si accorse di quanto la sua infertilità la tormentasse e la rendesse disperata. Con gentilezza, le diede alcuni consigli: “Xiaohui, so quanto hai sofferto e quello che hai passato negli ultimi anni per curare la tua sterilità. Ti ho osservata mentre affrontavi tutto ciò e sono stata molto preoccupata per te”. Xiaohui rimase in silenzio, mentre tratteneva le lacrime. Sua nonna continuò: “La verità è che non abbiamo alcuna capacità di scelta per quanto riguarda il fatto di rimanere incinte. Non possiamo controllare questo evento, e non possono farlo né i medici, né la scienza. Soltanto Dio ha questo potere. Dovresti credere in Lui. La Sua parola può risolvere tutti i problemi e le difficoltà in cui ci imbattiamo nella vita”. Le parole della nonna la confortarono, e Xiaohui sentì che il suo cuore era calmo.

La nonna proseguì: “Xiaohui, leggiamo ora due brani delle parole di Dio e vediamo cosa dicono riguardo all’avere figli”. Xiaohui prese il libro delle parole di Dio e lesse: “I progetti e le fantasie degli uomini sono perfetti; essi non sanno che non spetta a loro decidere quanti figli avranno, il loro aspetto, le loro capacità e così via? […] Le persone fanno qualunque cosa per amore della prole ma, alla fine, il numero di figli che hanno e il loro aspetto non corrispondono ai loro piani e desideri. Alcuni sono squattrinati, ma generano molti figli; alcuni sono ricchi, ma non ne hanno nemmeno uno. Alcuni vogliono una figlia, ma si vedono negare quel desiderio; alcuni vogliono un figlio, ma non riescono a generare un figlio maschio”. “Qual è la causa di questo dolore? La sovranità di Dio o il fatto che una persona è nata sfortunata? Ovviamente nessuna delle due cose. In fondo, la causa è la strada che le persone intraprendono, il modo in cui scelgono di vivere la vita”. La nonna condivise: “Puoi capire da te con quanta chiarezza le parole di Dio spiegano la questione. Che abbiamo figli, che i nostri figli siano maschi o femmine, che aspetto abbiano e che cosa faranno in futuro, sono questioni che non dipendono da noi, né dai medici. Ognuno ha il proprio destino, che è predisposto e organizzato da Dio. Prendi, per esempio, i tuoi sforzi per avere un bambino il più rapidamente possibile. Hai fatto tutto ciò che potevi, quindi, perché il risultato è stato questo? Quanto ti accade dimostra che Dio non ha stabilito che tu debba avere un figlio in questo momento, ma al contempo non dimostra che Dio abbia prestabilito che non avrai mai un figlio, perché non sappiamo cosa Egli abbia prestabilito”.

Dopo aver ascoltato la condivisione di sua nonna, Xiaohui richiamò alla memoria quel che aveva vissuto nel tentativo di curare la sua patologia, come aveva pensato a ogni possibile metodo e si era recata in tutti i grandi ospedali, ma alla fine non era riuscita a rimanere incinta. Xiaohui accettò le parole di Dio e la condivisione di sua nonna.

“Xiaohui, non crearti ancora più guai per curare la tua patologia. Se Dio ha stabilito che avrai un figlio, prima o poi rimarrai incinta. Altrimenti, nulla di ciò che puoi fare lo farà accadere. Devi solo affrontare questa situazione con onestà e obbedire alla sovranità e alla predestinazione di Dio! In tal modo, non avrai più preoccupazioni o proverai tormenti e sarai capace di vivere felicemente e gioiosamente”.

In quel momento, Xiaohui cominciò a capire che se o quando avrebbe mai avuto un figlio era cosa interamente predisposta e determinata da Dio, e che non si trattava di una questione che lei poteva pianificare o organizzare, né poteva cambiarla con sforzi e cure mediche. Dopo aver pronunciato una preghiera di obbedienza a Dio con l’aiuto di sua nonna, Xiaohui si sentì più rilassata e a suo agio di quanto non fosse mai accaduto prima. Non le importava più di quello che gli altri pensavano di lei, e non le interessava nemmeno di come i suoi suoceri e suo marito l’avrebbero trattata. In seguito, non affidò più la sua capacità di avere un figlio alla medicina, ma lasciò questo fatto nelle mani di Dio, affinché Lui potesse predisporlo e organizzarlo. Nel suo tempo libero, si recava con sua nonna a casa dei propri genitori, per leggere la parola di Dio e cantare a Lui inni di lode, e nel profondo del suo cuore sentì la pace e la gioia di Dio.

Un giorno, Xiaohui provò improvvisamente una sensazione di nausea. Pensò che fosse causata da un eccesso di calore dovuto a un cibo sbagliato, per cui prese due prescrizioni della medicina tradizionale cinese, ma, dopo averle assunte, la sua nausea non fece che peggiorare. Solo allora Xiaohui pensò: “Sono incinta?” Ma poi rifletté tra sé e sé: “Come potrebbe essere possibile? Ho provato senza successo cure per l’infertilità per due anni, come potrei essere incinta?” Ma, per pura curiosità, fece un test di gravidanza. Il risultato era positivo. Era così emozionata che per poco non fece un salto in aria. Era sbalorditivo! Quando aveva cercato una maternità, ci aveva provato per tre anni senza successo. Dopo che aveva completamente rinunciato al suo piano di rimanere incinta e di avere un figlio, e aveva affidato tutto alla sovranità e alle disposizioni di Dio, era rimasta effettivamente in stato interessante. Si trattava a dir poco di un miracolo! Ricordò una storia della Bibbia che sua nonna le aveva raccontato: quando Abramo aveva cento anni e sua moglie Sara già novanta, Dio concesse loro un figlio di nome Isacco. A un’età in cui ci sembra biologicamente impossibile poter diventare genitori, un anno dopo averne ricevuto l’annuncio, Sara diede veramente alla luce Isacco, figlio di Abramo. Xiaohui comprese che sua nonna aveva usato questa storia per motivarla a capire l’autorità di Dio. Il fatto che oggi fosse incinta era una manifestazione della Sua autorità e del Suo potere. Provò nel suo cuore una gioia incontrollabile. Fece sgorgare i suoi ringraziamenti e le sue lodi a Dio, e fu più sicura che mai che tutte le vicende umane fanno parte della Sua sovranità e delle Sue disposizioni.

Xiaohui era immersa nella gioia della gravidanza, ma nuovi problemi si accavallavano uno dopo l’altro. Il medico le disse che avrebbe potuto essere soggetta a un aborto spontaneo e che doveva assumere progesterone per bocca al fine di prevenirlo. Avrebbe dovuto anche sottoporsi a controlli regolari per verificare se il feto si stava sviluppando normalmente e, in caso contrario, avrebbe dovuto abortirlo. Il dottore disse anche a Xiaohui che le due medicine cinesi che aveva preso a sua insaputa durante la gravidanza avrebbero potuto avere un effetto collaterale sul feto e suggerì un aborto preventivo. Le parole del medico furono un duro colpo per Xiaohui e la lasciarono sgomenta. Sapeva che era difficile rimanere incinta, date le sue condizioni, e che questa gravidanza “accidentale” era un miracolo. Temeva che se avesse abortito, non avrebbe mai più potuto avere un bambino, ma se non l’avesse fatto, avrebbe potuto dare alla luce una creatura deforme. Era inquieta. Anche se l’ospedale le aveva prescritto alcuni farmaci per abortire, nulla poteva assicurarle che sarebbe andato tutto bene, e non sapeva cosa fare.

Durante un incontro, Xiaohui condivise le sue preoccupazioni e i suoi timori riguardo al feto. Una sua sorella con pazienza trovò alcuni passi della parola di Dio, li condivise con lei e Xiaohui lesse quanto segue: “Dunque, che cosa fa la scienza per le persone? Semplicemente permette loro di vedere gli oggetti nel mondo fisico e si limita a soddisfare la loro curiosità; non consente loro di vedere le leggi attraverso le quali Dio esercita il Suo dominio su tutte le cose. L’uomo sembra trovare le risposte grazie alla scienza, ma esse sono sconcertanti e danno solo una soddisfazione temporanea, che serve unicamente a confinare il cuore umano nel mondo fisico. Gli uomini pensano di aver già ricevuto le risposte dalla scienza cosicché, qualunque questione si presenti, tentano di dimostrarla o accettarla sulla base delle loro opinioni scientifiche. Il loro cuore viene posseduto e sedotto dalla scienza al punto che non sono più propensi a conoscere Dio, a adorarLo e a credere che tutte le cose vengano da Lui e che occorra rivolgersi a Lui per avere le risposte”.

Questa sua sorella condivise: “Adoriamo la scienza e facciamo affidamento su essa perché le opinioni e la retorica della scienza sono ben incuneate nei nostri cuori. Per esempio, idee come ‘La scienza è onnipotente’ e ‘La scienza è suprema’ ci spingono a pensare che quando siamo malati dovremmo recarci da un medico e affidarci alla scienza piuttosto che giungere al cospetto di Dio per cercare la Sua volontà. Quando scienza e medicina non riescono a risolvere i nostri problemi, precipitiamo nella disperazione e nel dolore. Proprio come, nell’esperienza della tua patologia, quando il dottore ha detto che non c’era possibilità su questa terra che tu rimanessi incinta, eri spaventata e preoccupata che i tuoi suoceri ti avrebbero guardato dall’alto in basso e, quindi, vivevi nel tormento e percepivi il medico come la tua ancora di salvezza. Quando il dottore asserì che la medicina che avevi preso avrebbe potuto avere un effetto sul tuo bambino e ti ha consigliato di interrompere la gravidanza, hai messo le parole e le azioni di Dio in fondo alla tua mente e hai vissuto nell’ansia e nella tristezza, preoccupandoti che il bambino che Dio ti aveva concesso non sarebbe stato sano. Il fatto è che gli esseri umani sono stati creati da Dio e che i difetti nei corpi di ognuno di noi, e ciò che accadrà in futuro, sono tutti da Lui controllati, ed Egli realizza disposizioni molto precise per le persone. Dalle parole di Dio comprendiamo che la scienza non è la verità e non può salvare la gente, ma può solo corromperla, confonderla e fuorviarla, per cui se vogliamo liberarci del dolore, dobbiamo accettare le parole di Dio come nostro principio nel fare le cose, trattare la scienza correttamente e non attenerci a essa con atteggiamento superstizioso. Nella tua situazione attuale, fai quello che devi per proteggere il feto, presentati agli esami programmati, ma affida il suo destino a Dio e pregaLo, e se il bambino nascerà sano o meno, semplicemente obbedisci alla Sua disposizione: in questo modo non vivrai più nella sofferenza”.

Dopo aver letto la parola di Dio e ascoltato la condivisione di questa sua sorella, il cuore di Xiaohui si illuminò. Ne fu profondamente toccata e pensò: “Proprio così! Non sono capace di capire l’onnipotenza e la sovranità di Dio, e il fare affidamento sulla scienza e credervi superstiziosamente ha reso la mia vita infelice. Ma grazie al fatto che mia nonna mi ha letto così tante volte le parole di Dio, e grazie alla condivisione che ne è seguita, insieme alla tua, di condivisione, e al tuo aiuto, ho acquisito una conoscenza di ciò che Dio predispone e ordina, e valuterò in modo corretto i problemi in cui mi imbatto e non permetterò che Satana si trastulli con me o mi danneggi. In realtà, ho visto l’autorità di Dio nel fatto che sono rimasta miracolosamente incinta dopo aver interrotto la terapia ormonale, e ho sperimentato di persona che la scienza e la medicina sono fragili di fronte all’autorità di Dio. Ora, il medico mi consiglia di assumere farmaci per mantenere il feto sano e sostiene che se ci sono anomalie dovrò abortire, per cui ho iniziato a preoccuparmi e a essere ansiosa per questo, il che dimostra che non mi fido ancora dell’autorità di Dio, e non credo che Egli presieda a tutto. Desidero pregare e affidare il feto a Lui e, allo stesso tempo, assumerò i farmaci necessari per mantenere il feto sano per diverse settimane. Lascerò a Dio il compito di disporre quanto seguirà”.

In seguito, il cuore di Xiaohui si calmò e smise di preoccuparsi e di stare in ansia per il feto. Alla sua terza visita all’ospedale, emerse che i suoi livelli di progesterone erano nella norma, e in ciascuno dei controlli regolari effettuati durante la gravidanza, anche le condizioni del feto risultarono normali. Xiaohui sapeva che Dio la proteggeva e si prendeva cura di lei, e il suo cuore era colmo di gratitudine per Dio.

Nel gennaio del 2018, Xiaohui partorì senza complicazioni e Dio le concesse un figlio adorabile. Dopo il parto e all’esame di controllo, il pediatra verificò i livelli di bilirubina del bambino e disse a Xiaohui che erano alti e che il piccolo avrebbe avuto bisogno di rimanere in ospedale per la terapia. Se la sua patologia non avesse potuto essere curata, il bambino avrebbe potuto ammalarsi di ittero, il che avrebbe causato danni permanenti al suo cervello e influenzato la sua capacità intellettiva. La valutazione del dottore sembrò a Xiaohui molto seria e in modo particolare la preoccupò il fatto che l’intelligenza di suo figlio avrebbe potuto risultare danneggiata, se il piccolo non fosse rimasto in ospedale, per cui pregò Dio: “Dio, mi hai dato questo bambino, e la sua malattia e tutto sono nelle Tue mani. Come si svilupperanno i suoi livelli di bilirubina e se essi danneggeranno il cervello dipende da Te, non dal medico. Indipendentemente da ciò che ne risulterà, mi sottometterò alla tua sovranità e alle tue disposizioni”. Dopo aver pregato, Xiaohui pensò alle parole di Dio: “Tutte le cose, senza eccezione alcuna, vive o morte, si muovono, mutano, si rinnovano e scompaiono secondo il pensiero di Dio. Questo è il modo in cui Dio governa su tutte le cose”. Le parole di Dio rafforzarono la sua fede. Decise di affidare il suo bambino a Lui. Quindici giorni dopo, quando riportò il figlio in ospedale per un controllo e scoprì che i suoi livelli di bilirubina erano normali, ravvisò di nuovo che la sovranità e il potere di Dio erano ovunque, e che solo Lui è veramente degno della nostra fiducia. Parlando con altre mamme all’ospedale, Xiaohui apprese che i loro bambini dovevano rimanere ricoverati per continuare la terapia, perché i loro livelli di bilirubina erano molto alti. Xiaohui si rallegrò della sua fede in Dio, non solo perché non doveva spendere altri soldi, ma anche perché suo figlio non soffriva, e lei stessa non doveva patire quella preoccupazione e quell’inquietudine.

Nel suo percorso dalla sterilità alla gravidanza, sino al parto di un bambino sano, Xiaohui aveva sperimentato di persona e aveva sentito che l’onnipotenza e la sovranità di Dio sono elementi concreti, che le Sue parole sono la motivazione sulla base della quale gli uomini e le donne continuano a vivere, e che la scienza non è la verità, che essa non può salvare le persone e che non può cambiare il destino di un individuo. Solo Dio è la fonte di vita, solo Lui presiede e predispone i destini dell’umanità e ciò che le persone possiedono e di cui mancano dipende interamente da Lui. Xiaohui non vedeva l’ora, in futuro, di camminare nella luce della fede in Dio e nella Sua adorazione, e di vivere affidata alla Sua cura e alla Sua protezione.

, ,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
Parla con noi in Chat MessengerInvia a Messenger