Home > Vangelo del giorno > Letture del giorno > Letture del giorno: il 21 maggio 2019 – Matteo 14:19-21

Letture del giorno: il 21 maggio 2019 – Matteo 14:19-21

Ed avendo ordinato alle turbe di accomodarsi sull’erba, prese i cinque pani e i due pesci e, levati gli occhi al cielo, rese grazie; poi, spezzati i pani, li diede ai discepoli e i discepoli alle turbe. E tutti mangiarono e furono sazi; e si portarono via, dei pezzi avanzati, dodici ceste piene. E quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, oltre le donne e i fanciulli.

Matteo 14:19-21

Riflessioni sul versetto di oggi…

Ed avendo ordinato alle turbe di accomodarsi sull’erba, prese i cinque pani e i due pesci e, levati gli occhi al cielo, rese grazie; poi, spezzati i pani, li diede ai discepoli e i discepoli alle turbe. E tutti mangiarono e furono sazi; e si portarono via, dei pezzi avanzati, dodici ceste piene. E quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, oltre le donne e i fanciulli.

Quando in passato lessi questi versetti, ho solo carpito il fatto che Dio è onnipotente. Egli sfamò cinquemila persone con cinque pani e due pesci. Per Dio nulla è impossibile. In seguito esaminai un brano tratto da un libro spirituale e compresi la volontà di Dio oltre questo miracolo.

Nel libro si dice: “Anzitutto cerchiamo di capire che tipo di persone fossero questi cinquemila. Erano seguaci del Signore Gesù? Dalle Scritture apprendiamo di no. Sapevano chi fosse il Signore Gesù? Sicuramente no! Quantomeno ignoravano che la persona davanti a loro fosse Cristo, o forse alcuni conoscevano soltanto il Suo nome e sapevano o avevano sentito qualcosa delle cose che aveva fatto. Erano semplicemente curiosi riguardo al Signore Gesù protagonista di quelle storie, ma sicuramente non potreste dire che Lo seguissero, né tantomeno che Lo comprendessero. […] ma nel cuore di Dio tutte le creature erano sotto il Suo governo, ed Egli avrebbe permesso a tutte le creature sotto i Suoi occhi di ricevere la grazia di Dio quando necessario. Anche se questi uomini non sapevano chi Egli fosse, anche se non Lo comprendevano e se non avevano alcuna particolare impressione di Lui né provarono alcuna gratitudine nei Suoi confronti nemmeno dopo aver mangiato i pani e i pesci, Dio non fu contrariato: offrì loro la meravigliosa opportunità di ricevere la Sua grazia. Secondo alcuni, Egli segue dei principi in ciò che fa, e non sorveglia né protegge i miscredenti, e soprattutto non consente loro di ricevere la Sua grazia. È davvero così? Agli occhi di Dio, purché siano creature viventi che Egli Stesso ha creato, le gestirà e Si prenderà cura di loro; le tratterà, le governerà e pianificherà per loro in modo diverso. Questi sono i pensieri e l’atteggiamento di Dio verso tutte le cose”.

Le parole di Dio hanno cambiato il mio modo di vedere le cose. In passato ero convinto che Dio avrebbe protetto me e la mia famiglia, in quanto io avevo fede in Lui. Di conseguenza, coloro che non credevano in Lui, non li avrebbe di certo protetti. Ma, da questo brano, mi sono reso conto di quanto sia immenso l’amore di Dio! Le cinque mila persone che Egli aveva sfamato non erano né Suoi discepoli né Suoi seguaci. Molti di loro non sapevano nemmeno chi fosse il Signore Gesù. Tuttavia, nel cuore di Dio, queste cinque mila persone erano Sue creature sotto la Sua sovranità. Per questo motivo, Dio invece di ignorarli, diede loro la possibilità di godere della Sua grazia e delle Sue cure. Da ciò possiamo osservare quanto sia profondo e immenso l’amore del Creatore per noi!

,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp