Home > Identità di Gesù > Incarnazione di Gesù: perché il Signore operava in questo modo?

Incarnazione di Gesù: perché il Signore operava in questo modo?

1° aprile 2018, nuvoloso

Ogni volta in cui contemplavo l’amore di Dio, pensavo a come Gesù Cristo avesse sopportato innumerevoli sofferenze durante i Suoi trentatré anni e mezzo. Fu cacciato dal re Erode subito dopo la Sua nascita; fu abbandonato, condannato, diffamato e bestemmiato dai capi sacerdoti ebrei, dagli scribi e dai farisei dal momento in cui iniziò ad operare perché la Sua opera andava oltre la legge; alla fine è stato inchiodato alla croce. Eppure, nessuno può capire l’opera di Dio. Con la Sua crocifissione completò l’opera di redenzione dell’umanità nella Sua carne senza peccato per dare a noi uomini la possibilità di venire davanti a Dio e ricevere la Sua salvezza. Dio ha davvero pagato un caro prezzo per salvarci. Pensando a questo, mi sono commossa moltissimo e ho deciso di seguire il Signore correttamente per ripagare il Suo amore.
Tuttavia, ultimamente, alcune domande sono sorte nel mio cuore: nell’Età della Legge dell’Antico Testamento Jahvè Dio ha operato nello Spirito, quindi perché Dio Si è fatto carne per operare nell’Età del Nuovo Testamento? Qual è il vantaggio che Dio ricava lavorando in carne ed ossa? Queste domande mi confondevano. Pur avendo cercato in molte scritture nella Bibbia, non avevo ancora trovato le risposte.

16 aprile 2018, soleggiato

Sono felice in questi giorni perché ho incontrato un amico credente che non vedevo da molto tempo. Quando gli ho parlato della mia confusione, mi ha dato un libro pieno di verità e mi ha detto che poteva rispondere alle mie domande. Per questo motivo, non vedevo l’ora di chiedergli di condividere con me il contenuto del libro.

Attraverso la sua condivisione riguardo le parole di questo libro, ho capito molte cose sulla verità dell’incarnazione di Dio. Il libro dice: “Se Dio non Si fa carne, rimane lo Spirito invisibile e intangibile all’uomo. L’uomo è una creatura di carne, e l’uomo e Dio appartengono a due mondi diversi e sono diversi per natura. Lo Spirito di Dio è incompatibile con l’uomo di carne e tra loro non può stabilirsi alcun rapporto; inoltre, l’uomo non può diventare uno spirito. Dunque lo Spirito di Dio deve diventare una delle creature e adempiere la Sua opera originaria. Dio può sia ascendere al luogo più alto sia umiliarsi diventando un uomo del creato, compiendo l’opera e vivendo tra gli uomini, ma l’uomo non può ascendere al luogo più alto e diventare uno spirito, né tantomeno può scendere nel luogo più basso. Pertanto, Dio deve farSi carne per svolgere la Sua opera. […] solo la carne di Dio incarnato poté redimere l’uomo attraverso la Sua crocifissione, mentre non fu possibile per lo Spirito di Dio essere crocifisso come sacrificio per il peccato per l’uomo. Dio poté farSi direttamente carne per fungere da sacrifizio per il peccato per l’uomo, ma l’uomo non poté ascendere direttamente al cielo per prendere il sacrificio per il peccato che Dio aveva preparato per lui. Perciò Dio doveva fare la spola tra il cielo e la terra, anziché lasciare che l’uomo ascendesse al cielo per prendere questa salvezza, perché l’uomo era caduto e non poteva ascendere al cielo, né tantomeno ottenere il sacrificio per il peccato. Pertanto, fu necessario che Gesù venisse tra gli uomini e svolgesse di persona l’opera che non poteva semplicemente essere adempiuta dall’uomo. […]” (“Il mistero dell’incarnazione (4)”).

Rendiamo grazie al Signore! Queste parole spiegavano così chiaramente l’incarnazione di Dio. Proprio così! Dio è santo. Come possiamo noi umani profondamente corrotti ascendere al cielo per vederLo? Se vedessimo il volto dello Spirito di Dio, tutti noi rimarremmo colpiti. Così Dio Si è fatto carne ed è venuto nella terra sudicia per salvarci. Nell’ultimo periodo dell’Età della Legge, le persone erano corrotte sempre più profondamente da Satana e vivevano nel peccato, spesso infrangendo la legge e offendendo Jahvè Dio; ma senza il potere di vincere il peccato, la loro offerta di sacrifici e la confessione dei loro peccati divennero meri rituali; gli uomini non erano in grado di osservare la legge e si trovavano di fronte al pericolo dell’esecuzione. Dio non ha avuto il coraggio di vedere l’umanità creata da Lui condannata e giustiziata dalla legge, quindi Si è incarnato e Si è offerto per liberare l’uomo dal peccato. Ma lo Spirito di Dio non poteva essere crocifisso né l’umanità poteva salire in cielo per prendere l’offerta per il peccato. Pertanto, Dio dovette diventare carne, sacrificarSi e farSi carico personalmente dei peccati di tutti gli uomini attraverso la Sua crocifissione; così facendo ha riscattato l’umanità dalla croce, cioè ci ha liberati dal peccato. Solo così l’umanità ha potuto avere l’opportunità di pentirsi, confessarsi a Dio e ricevere la salvezza del Signore. Dopo aver capito tutto ciò, mi sono commossa: Dio è santo e non ha sporcizia né corruzione, eppure ha preferito sopportare un’estrema umiliazione scendendo nella terra schifosa, mangiando, restando e vivendo insieme agli uomini per salvare l’umanità corrotta. L’amore di Dio è così reale e la Sua essenza è così bella e buona. Solo Dio pagherebbe un prezzo così alto per noi uomini!

20 aprile 2018, soleggiato

Oggi il mio amico è venuto a trovarmi e abbiamo letto il libro insieme. Ecco cosa abbiamo letto: “La cosa migliore della Sua opera nella carne è che Egli può lasciare parole ed esortazioni accurate e la Sua precisa volontà per l’umanità a coloro che Lo seguono, in modo che, poi, i Suoi seguaci possano trasmettere più accuratamente e più concretamente tutta la Sua opera nella carne e la Sua volontà per l’intera umanità a coloro che accettano questa via. Solo l’opera di Dio nella carne tra gli uomini compie veramente il fatto che Dio sia e viva con l’uomo. Solo questa opera soddisfa il desiderio dell’uomo di contemplare il volto di Dio, testimoniare la Sua opera e ascoltare la Sua parola personale. […]” (“L’umanità corrotta ha maggiormente bisogno della salvezza del Dio incarnato”).

Dopo aver letto questo paragrafo, il mio amico ha condiviso questo pensiero: “Solo incarnandoSi per fare la Sua opera, Dio ha potuto portarci le Sue precise parole, la Sua volontà e le Sue esigenze per farci avere più conoscenza di Lui. Durante il periodo con i discepoli, il Signore Gesù diede loro molti insegnamenti: essere tolleranti e pazienti, amare i nemici, predicare il Suo Vangelo fino ai confini della terra e così via. Ha chiaramente detto all’uomo come ci si conforma all’intenzione di Dio. Per esempio, una volta Pietro chiese al Signore Gesù: ‘Signore, quante volte, peccando il mio fratello contro di me, gli perdonerò io? fino a sette volte?’ Gesù rispose: ‘I lo non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette’ (Vedi Matteo 18:21-22). Dalle parole del Signore Gesù, possiamo comprendere con precisione la volontà di Dio, sapere cosa Gli piace e cosa odia e capire qual è il modo accurato di mettere in pratica le Sue parole, invece di tormentare il cervello e fare congetture. Quindi il Signore Gesù, incarnandosi per compiere la Sua opera, ci ha aiutato a capire le Sue intenzioni e a mettere in pratica la Sua parola; inoltre ci ha permesso di avvicinarci a Dio, sentire la Sua vera esistenza e ottenere vera conoscenza e fede. Questi sono i più grandi vantaggi dell’incarnazione di Dio”. Sentendo la sua condivisione, ho capito che Dio è così saggio e onnipotente nella Sua opera, e che l’incarnazione di Dio è molto utile per noi uomini poiché ci ha permesso di conoscerLo e comprendere la Sua volontà. Se Dio non fosse diventato carne per lavorare o non avesse lasciato parole precise, come potremmo noi umanità corrotta capire le Sue intenzioni? Quindi l’incarnazione di Dio è davvero essenziale per noi.

23 aprile 2018, soleggiato

Oggi, durante un incontro con il mio amico, ho avuto alcune nuove intuizioni leggendo un paragrafo nel libro: “La ragione per cui Mi sono fatto carne è che possiate vedere ciò che sono e che ho nella Mia umanità. In futuro vi permetterò di vedere ciò che sono e ciò che ho nella Mia divinità. Le cose devono procedere passo dopo passo in questo modo. Altrimenti gli uomini saranno incapaci di credere e non avranno alcuna conoscenza di Me. Saranno, invece, solo incerti e confusi riguardo alle visioni e non saranno in grado di avere una chiara comprensione di Me. […]” (“Capitolo 97”). Queste parole sono molto significative! L’incarnazione di Gesù ci ha davvero permesso di avere conoscenza e comprensione della normale umanità di Dio incarnato e avere un rapporto più intimo con Lui. Altrimenti, penseremmo sempre che Dio può fare la Sua opera solo nello Spirito e che è incomprensibilmente misterioso e inavvicinabile. Il Signore Gesù incarnato, esteriormente uguale a una persona ordinaria, subì un normale processo di crescita umana: mangiò, Si vestì, visse e camminò come un uomo normale e provò anche emozioni. Ad esempio, il Signore Gesù pianse quando udì la notizia che Lazzaro era morto, mentre Si sentiva felice quando vedeva le persone sposarsi. Dio non solo ha un’umanità reale, ordinaria e normale, ma ha anche la sostanza divina non posseduta dall’uomo. Ad esempio, dopo che Gesù fu inchiodato sulla croce e poi risuscitò, era in grado di passare attraverso i muri, muoverSi e lavorare liberamente sulla terra poiché libero dalla carne. La cosa più importante era che il Signore Gesù ha potuto esprimere la verità e predicare la via del pentimento, e Si è offerto per i peccati dell’uomo. Ha redento l’umanità dal peccato e ci ha perdonati in modo che potessimo avere l’opportunità di venire davanti a Dio per pregare e continuare a ricevere la Sua salvezza. Solo Dio incarnato può fare quest’opera; nessun uomo corrotto può fare una cosa simile. Solo in questo modo l’uomo può conoscere Dio nella carne e vedere la Sua carità, bellezza, saggezza e onnipotenza. Il significato dell’incarnazione di Dio è incredibilmente profondo! L’incarnazione di Dio è veramente una grande benedizione per noi credenti perché ci permette di avere l’opportunità di conoscerLo e raggiungere la Sua salvezza. Grazie a Dio!

Questo libro pieno di verità mi ha portato tanti vantaggi. Ho finalmente capito perché il Signore Gesù ha operato nella carne piuttosto che nello Spirito. Questo argomento è davvero un mistero. Solo Dio può spiegare chiaramente la Sua opera. Ma mi chiedo: potrebbe essere che le parole di questo libro siano le parole di Dio? Potrebbe essere che siano state espresse da Dio? Potrebbe essere che Dio sia tornato? Devo chiedere chiarimenti al mio amico al più presto.

Contattaci! Grazie per aver visitato il nostro sito Web. Se vuoi saperne di più sulla Bibbia o sul ritorno del Signore, non esitare a contattarci facendo clic sul pulsante qui sotto.
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp