Home > Vangelo > Vegliare e aspettare > Come distinguere i falsi cristi e i falsi profeti

Come distinguere i falsi cristi e i falsi profeti

Ora siamo alla fine degli ultimi giorni. Le quattro eclissi di luna si sono completate. Ci sono stati sempre più disastri. Adesso è il momento del ritorno del Signore. Allora quando veniamo a conoscenza del Vangelo che predica il ritorno del Signore Gesù attraverso internet o tramite parenti ed amici, come dovremmo reagire? Il Signore Gesù una volta disse: “Allora, se alcuno vi dice: “Il Cristo eccolo qui, eccolo là”, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Tanti fratelli e sorelle non capiscono il vero significato di queste parole, ed ogni volta che sentono novità sulla seconda venuta del Signore Gesù – non desiderano ascoltare e non ricevere i predicatori per paura di venire ingannati dal falso Cristo. Ma nel frattempo pensano anche che, se chiudono la porta al vero Cristo per stare in guardia dal falso Cristo, saranno coloro che rifiuteranno Dio e tutti i loro anni di ricerca saranno vani. Se quindi vogliamo dare il benvenuto al vero Dio non possiamo sottrarci passivamente, stare in guardia e rifiutare le notizie sul ritorno del Signore Gesù ma dobbiamo padroneggiare la verità su come distinguere il vero Cristo da quelli falsi. Solo allora non ci faremo ingannare dal falso Cristo né perderemo l’opportunità di dare il benvenuto alla comparsa del vero Dio. Ora vediamo dunque come distinguere il vero Cristo dai falsi.

Come distinguere i falsi cristi e i falsi profeti

Per prima cosa dobbiamo capire che il falso Cristo può fare dei miracoli. Nella scrittura menzionata il Signore Gesù ci dice chiaramente, “Allora spunteranno falsi Cristi e falsi profeti che mostreranno meraviglie e segni grandiosi”. Quindi possiamo vedere che i falsi Cristi e profeti conteranno su segni e meraviglie per abbagliare la gente. Sarà così, negli ultimi giorni i falsi Cristi imiteranno per lo più l’opera del Signore Gesù e inganneranno la gente facendo miracoli; ciò porterà la gente a credere erroneamente che sarà quello il secondo ritorno del Signore. Così trarranno in inganno la gente scelta da Dio. Questa sarà la maniera principale per ingannare le persone. Per esempio, al giorno d’oggi alcuni capi religiosi imitano l’opera del Signore Gesù facendo alcuni semplici miracoli, come guarire dalle malattie e cacciare i demoni per abbindolare la gente, così come la Seconda Lettera ai II Tessalonicesi 2:9 recita, “La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi”. I falsi Cristi e profeti sono totalmente privi della verità, sia nella natura che nella sostanza, sono contraffazioni di spiriti maligni, possono solo imitare alcune delle opere che una volta fece Dio e fare alcuni miracoli insignificanti. Ma non possono riprodurre quello che il Signore Gesù fece dando da mangiare a cinquemila persone con cinque pani e due pesci, resuscitando i morti, calmando i venti ed i mari, ecc… Un libro spirituale dice, “Se, durante questo giorno appare qualcuno che è capace di mostrare segni e meraviglie e può cacciare i demoni, guarire i malati e fare miracoli, e questa persona afferma che è il Signore Gesù che è ritornato, allora egli sarà una copia di uno spirito maligno che imita Gesù”. Tutto ciò ci conferma l’illuminazione che ci ha donato il Signore Gesù attraverso le scritture. Anche questo è un altro aspetto della verità che dovremmo padroneggiare per distinguere i falsi Cristi.

Come seconda cosa dovremmo essere in grado di distinguere il vero Cristo dalla Sua sostanza. Tutti sanno che il Signore Gesù ha iniziato l’Età della Grazia, ha concluso l’Età della Legge e ha completato l’opera della Sua crocifissione permettendo all’umanità di essere perdonata per i suoi peccati, ricevendo la grazia e la benedizione di Dio. Solo Dio può fare tutto ciò. Il Signore Gesù è lo Spirito di Dio fatto carne. Lui si è nascosto umilmente e ha operato fra noi umani senza mai rivelarsi. Si è preso carico di tutte le sofferenze del mondo. Per salvarci dal dominio di Satana si è fatto inchiodare volontariamente in croce senza alcun lamento. Inoltre non si è mai rivelato, non è mai stato supponente né ha mai fatto affidamento sul Suo prestigio. Nessuno degli uomini corrotti possiede la disposizione d’animo d’amore e pietà che Egli ha mostrato, la Sua pazienza e tolleranza. Pertanto Cristo può esprimere la indole di Dio e fare la Sua opera. Anche se l’incarnazione di Dio ha un aspetto normale ed ordinario, è capace di completare la Sua opera. Al contrario l’opera dei falsi Cristi è completamente opposta a quella di Dio. Essi non possono salvare l’umanità, ma al contrario possono fare alcuni miracoli per prendere in giro la gente e fare di tutto per vantarsi, mostrarsi e darsi delle arie. Ciò che essi rivelano è l’arroganza di Satana ed una cattiva e falsa disposizione d’animo che è detestabile.

Per ultima cosa dovremmo distinguere il vero Cristo dai falsi basandoci sul fatto che Egli esprime la verità. Il Signore Gesù ha detto, “Io sono la via, la verità e la vita; […]” (Giovanni 14:6). Solo Dio è la verità, la via e la vita. Tranne Dio, nessuno degli esseri viventi possiede la verità, la via e la vita. Distinguere il vero Cristo dai falsi dovrebbe quindi basarsi su chi ha la verità, su chi esprime le parole di Dio, la verità, la Sua indole e tutto ciò che Dio ha ed è. Le parole di verità pronunciate da Dio durante la Sua opera possono aiutarci e darci una via da seguire. Tutti quanti sappiamo che quando Jahvè era all’opera, decretò le leggi ed i comandamenti che gli uomini dovevano rispettare, insegnando alla gente di quell’epoca come vivere sulla terra, come andare d’accordo con gli altri, cos’è il peccato, come adorare Dio per guadagnare la Sua approvazione, e così via. Poiché l’umanità appena nata obbedì agli insegnamenti di Jahvè e sostenne i Suoi comandamenti ed i Suoi ordini, la sua vita fu strutturata e non ci fu più il caos primordiale. Quando venne il Signore Gesù, anche Lui espresse la verità, diede alla gente nuovi modi di praticare la fede ed insegnò alle persone come amare loro stessi e gli altri, come essere tolleranti e pazienti e come perdonare gli altri. Tutto ciò aumentò l’umanità delle persone. Da ciò ci accorgiamo che l’opera di Dio non si ripete mai, ma ci conduce sempre a nuovi modi di praticare la fede. In quei giorni i seguaci del Signore Gesù, come Pietro e Giovanni, sentirono le Sue parole e confermarono che Egli esprimeva la verità, ed in Lui riconobbero la voce di Dio e l’aspetto di Cristo. Al contrario, i falsi cristi e gli spiriti maligni si chiamano cristo, però non possiedono la benché minima sostanza di Cristo. Possono soltanto mostrarsi ed essere testimoni di loro stessi ma non possono esprimere la verità; devono seguire la scia ed imitare l’opera del Signore Gesù facendo miracoli per ingannare la gente, ma non possono mostrare alle persone dei cammini da seguire e, finalmente, senza volerlo collasseranno. Alcuni di essi verranno maledetti da Dio e moriranno. I loro seguaci non otterranno la verità e la vita ed alcuni verranno posseduti dagli spiriti maligni e puniti. Queste cose esistono in alcune fazioni cristiane. Pertanto per distinguere il vero Cristo dai falsi la cosa più importante è credere che solo Cristo è la verità, la via, la vita, e che i falsi non possiedono la verità.

Attraverso i tre aspetti su menzionati possiamo realizzare che lo scopo della profezia dataci dal Signore Gesù è quello di ricordarci che: quando Egli tornerà, alla fine del mondo spunteranno falsi cristi e falsi profeti che mostreranno segni e miracoli per ingannare la gente scelta da Dio. Pertanto, quando appariranno falsi cristi e falsi profeti per ingannare la gente in tutto il mondo, quello sarà il momento in cui il vero Cristo sarà già tornato e avrà iniziato la Sua opera, e sarà anche il momento in cui noi dovremmo cercare il Suo Aspetto e seguire le Sue impronte. Solo quando ci doteremo della verità per distinguere il vero Cristo dal falso, quando conosceremo la sostanza di Cristo, e quando saremo in grado di discernere i modi in cui i falsi cristi ingannano la gente, potremo accogliere il ritorno del Signore Gesù – l’apparizione di Cristo degli ultimi giorni. Quando capiremo le differenze fra il vero Cristo ed i falsi non staremo più in guardia passivamente e non rifiuteremo le notizie sulla seconda venuta del Signore Gesù, né le rigetteremo ciecamente. Saremo al contrario capaci di cercare, investigare e discernere con la venerazione di Dio nei nostri cuori, e di valutare se il Signore Gesù è ritornato o no, in accordo con i princìpi della verità. Perché quando il Signore tornerà negli ultimi giorni continuerà ad esprimere la verità attraverso le Sue parole. Così come ha detto profetizzando il Suo ritorno: “ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, […]” (Giovanni 16:13). “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20) “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. […]” (Apocalisse 2:11). Quando ascolteremo in diverse maniere la voce del Signore Gesù dopo che sarà tornato e cercheremo la verità con un cuore che brama e cerca, Dio ci illuminerà, ci guiderà, ci farà pensare e vedere chiaramente e ci renderà capaci di discernere. Saremo quindi in grado di dare il benvenuto al ritorno di Cristo degli ultimi giorni e di non perdere l’opportunità di essere salvati da Lui negli ultimi giorni.

Traduzione di Barbara Guzzardo


Condividerne di più:

,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp