Home > Vangelo del giorno > Letture del giorno > Ebrei 13:8 – Letture del giorno: il 15 ottobre 2019

Ebrei 13:8 – Letture del giorno: il 15 ottobre 2019

Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno.

Ebrei 13: 8

Riflessioni sul versetto di oggi…

In passato, ogni volta che leggevo questo versetto, credevo che il nome di Gesù non sarebbe mai cambiato. Quando sarebbe venuto di nuovo, si sarebbe ancora chiamato Gesù, e avrebbe fatto di nuovo l’opera di redenzione. Tuttavia, questo versetto mi ha confuso quando ho saputo che il Signore ha un nuovo nome profetizzato nel Libro dell’Apocalisse e farà l’opera di giudizio negli ultimi giorni. Allora come faccio a capire questo versetto? Più tardi, un passaggio in un libro spirituale ha risolto la mia confusione: “Ci sono quelli che dicono che Dio è immutabile. È giusto, ma si riferisce all’immutabilità dell’indole di Dio e alla Sua essenza. Cambiamenti nel Suo nome e nella Sua opera non dimostrano che sia mutata la Sua essenza; in altre parole, Dio sarà sempre Dio e questo non cambierà mai. Se affermi che l’opera di Dio è immutabile, come potrebbe allora Egli ultimare il Suo piano di gestione di seimila anni? Sai soltanto che Dio è immutabile per sempre, ma sai che è sempre nuovo e mai vecchio? Se l’opera di Dio è immutabile, avrebbe potuto Egli guidare l’umanità per tutto il tempo sino a oggi? Se Dio è immutabile, come mai ha già compiuto l’opera di due età? La Sua opera non cessa mai di andare avanti, vale a dire che la Sua indole è rivelata gradualmente all’uomo. A essere palesata è la Sua indole intrinseca, che all’inizio era nascosta all’uomo. Dio non gliela rivelò mai apertamente e l’uomo semplicemente non aveva alcuna conoscenza di Dio. A causa di ciò, Egli utilizza la Sua opera per rivelare gradualmente la Sua indole all’uomo, ma agire in tal modo non implica che la Sua indole cambi in ogni età. Non è che l’indole di Dio sia in continua evoluzione perché è sempre in evoluzione la Sua volontà. Più propriamente, poiché le età della Sua opera sono diverse, Dio prende la Sua indole intrinseca nella sua interezza e, un passo alla volta, la rivela all’uomo affinché questi possa conoscerLo. Tuttavia, ciò non dimostra affatto che all’inizio Dio non avesse un’indole particolare o che la Sua indole sia gradualmente mutata con il passare delle età; un intendimento del genere sarebbe errato. Dio rivela all’uomo la Sua indole intrinseca e particolare – ciò che Egli è –, conformemente al passare delle età; l’opera di una singola età non può esprimere l’intera indole divina. E così, le parole ‘Dio è sempre nuovo e mai vecchio’ si riferiscono alla Sua opera e le parole ‘Dio è immutabile’ si riferiscono a ciò che Dio intrinsecamente ha ed è. Nonostante tutto, non puoi far sì che l’opera di seimila anni s’imperni su un unico concetto, o circoscriverla con sterili parole. Tale è la stupidità umana. Dio non è così semplice come l’uomo immagina, e la Sua opera non può perdurare in una qualsiasi età. Jahvè, ad esempio, non può indicare sempre il nome di Dio; Dio può realizzare la Sua opera anche sotto il nome di Gesù. Questo è segno che l’opera di Dio non smette mai di progredire”. “Dio è sempre Dio, e non diventerà mai Satana; Satana è sempre Satana e non diventerà mai Dio. La sapienza di Dio, la mirabilità di Dio, la giustizia di Dio e la maestà di Dio non potranno mai mutare. La Sua essenza e ciò che Egli ha ed è non cambieranno mai. Quanto alla Sua opera, tuttavia, essa procede sempre in avanti, andando sempre più in profondità, poiché Egli è sempre nuovo e mai vecchio. In ogni età Dio assume un nuovo nome e compie una nuova opera, e in ogni età consente alle Sue creature di conoscere la Sua nuova volontà e la Sua nuova indole. Se, in una nuova età, gli uomini non comprendessero l’espressione della nuova indole divina, non Lo inchioderebbero sulla croce per sempre? E così facendo, non delimiterebbero Dio?”.

Dio è sempre nuovo e mai vecchio. Questo si riferisce all’opera di Dio e il Suo nome è cambiato insieme ai tempi. Per esempio, Dio, il cui nome era Jahvè, emanò la Sua legge e guidò le persone a vivere sulla terra nell’Età della Legge. Quando arrivò l’Età della Grazia, il Suo nome divenne Gesù e fece l’opera di redenzione dell’umanità attraverso la crocifissione. Tuttavia, Dio è sempre Dio. La Sua sostanza, la Sua santità, la Sua giustizia e maestà, la Sua autorità e saggezza non cambieranno mai a causa della diversa opera che compie. Vale a dire, Dio è immutabile. Il versetto, “Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno”, significa che la sostanza di Dio non cambia mai.


Potresti anche essere interessato a leggerne di più sulla nostra sezione “Letture del giorno” o nei contenuti selezionati di seguito:

Il Signore sarà ancora chiamato Gesù quando ritornerà?

, ,
Contattaci! Il sito “Vangelo della vita eterna” fornisce il vangelo del giorno, la testimonianza di fede ecc., rafforzeranno la tua fede, non esitare a contattarci!
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp