Home > Vita spirituale > Studi biblici > Hai accolto la venuta del Signore?

Hai accolto la venuta del Signore?

Di recente ho visto alcuni credenti chiedere in un post su Facebook, “Ormai la fine dei tempi è alle porte e le profezie sul Signore sono in pratica realizzate, ma perché ancora non abbiamo incontrato il Signore? C’è forse qualcosa di sbagliato nel nostro modo di attendere?”. In effetti, la maggior parte dei fratelli e delle sorelle sono ancora confusi riguardo a ciò. In merito a questo interrogativo, ho alcune idee semplici e mi piacerebbe condividerle ora insieme a voi.

Il Signore Gesù ci disse, “E quando sarò andato e v’avrò preparato un luogo, […]” (Giovanni 14:3). “E allora apparirà nel cielo il segno del Figliuol dell’uomo; ed allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio, e vedranno il Figliuol dell’uomo venir sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria” (Matteo 24:30). Da duemila anni a questa parte, alcuni credenti, basandosi su queste profezie, credono che il Signore verrà di nuovo su di una nuvola bianca; dunque diversi sono i fratelli e le sorelle nel Signore che si aggrappano a questo punto di vista, guardando ed aspettando la seconda venuta del Signore.

Hai accolto la venuta del Signore?

Parlando di profezie, mi ritorna in mente l’errore che commisero i farisei quando aspettavano l’arrivo del Messia. A quei tempi i farisei ebrei erano pieni di fantasie quando si trattava dell’arrivo del Messia. Hanno visto le profezie bibliche, “Poiché un fanciullo ci è nato, un fanciullo ci è stato dato, e l’imperio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre Eterno, Principe della Pace: questo farà lo zelo di Jahvè degli eserciti” (Isaia 9: 6-7). “Ma da te, o Bethlehem Efrata, piccola per essere tra i migliaia di Giuda, da te mi uscirà colui che sarà dominatore in Israele, le cui origini risalgono ai tempi antichi, ai giorni eterni” (Michea 5:2). Quindi, in accordo con queste profezie e le loro varie fantasie e ragionamenti riguardo l’arrivo del Messia, stabilirono che il Signore sarebbe stato definitivamente chiamato il Messia, nato in una famiglia benestante, come Davide, e li avrebbe portati a distaccarsi dalla legge dell’impero Romano. Tuttavia, il Signore non fece queste cose in accordo alle loro idee e fantasie; dunque i farisei cercarono di trovare ogni forma di accusa contro il Signore Gesù, condannandoLo e bestemmiandoLo. Nonostante in quel tempo il Signore Gesù avesse espresso molte verità e avesse compiuto diversi miracoli, dimostrando pienamente l’autorità e il potere di Dio, i farisei non si interessarono di quanto fossero profonde le Sue parole o quanto fosse grande la Sua autorità. Finché non si sarebbe conformato alle loro idee e alle loro fantasie, finché non sarebbe nato in una famiglia benestante e il Suo aspetto esteriore non starebbe stato nobile e dignitoso, finché il Suo nome non sarebbe stato il Messia, loro Lo avrebbero condannato e Gli avrebbero resistito. A causa della loro natura che odia la verità, alla fine inchiodarono alla croce il Signore Gesù, il quale ha espresso verità e compiuto un’opera di redenzione! Dall’amara lezione tratta dal fallimento dei farisei, sappiano che quelle profezie non possono essere interpretate a nostro piacimento. Spesso, fino a quando le profezie non sono compiute, sappiamo con esattezza il loro vero significato; quindi dovremmo assumere un giusto atteggiamento riguardo nei loro confronti.

Inoltre, tutti noi sappiamo che nella Bibbia ci sono diverse profezie riguardo il ritorno del Messia, e non si tratta solamente in un semplice “scendere sulle nubi”. Per esempio, il Signore disse, “Ecco, io vengo come un ladro; […]” (Apocalisse 16:15). “E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro!” (Matteo 25:6). “Ma quant’è a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo” (Matteo 24:36). Queste parole sono sempre lette da noi, ma ignorate dalla maggior parte. L’affermare “venire come un ladro”, implica venire silenziosamente, in modo segreto. Pertanto, dalle profezie riportate nella Bibbia, possiamo approssimativamente determinare l’esistenza di due modi con i quali il Signore potrebbe ritornare. Il primo è un venire segretamente, mentre l’altro è un apparire in pubblico. Di fronte a due spiegazioni completamente diverse riguardo il ritorno del Signore, se solo aspettassimo ciecamente che il Signore possa ritornare sopra le nubi, ma trascurassimo la Sua venuta in segreto, probabilmente perderemmo la Sua salvezza.

Ripensa a quando il Signore venne per compiere la Sua opera, proprio come dice la Bibbia, “Allora toccò loro gli occhi, dicendo: Siavi fatto secondo la vostra fede. E gli occhi loro furono aperti. E Gesù fece loro un severo divieto, dicendo: Guardate che niuno lo sappia” (Matteo 9:29-30). Inoltre, dopo che lo Spirito Santo ha rivelato a Pietro il Signore Gesù come il Cristo, il Figlio del Dio vivente, il Signore ha incaricato i discepoli di non dire nulla agli altri. (Leggi Marco 8:29-30; Matteo 17:9). Dai fatti possiamo vedere che inizialmente il Signore ha operato in modo segreto, e dopo che il Signore Gesù è stato inchiodato alla croce per realizzare la redenzione di tutta l’umanità, è risorto dopo tre giorni e ha manifestato Sé Stesso agli apostoli, Egli ha incominciato ad apparire in pubblico. Da quel momento in poi, la buona novella dell’Età della Grazia fu diffusa alle altre nazioni. Da qui, si può vedere che l’opera del Signore Gesù è stata segreta all’inizio ed è diventata pubblica successivamente. Inoltre, ci sono due modi con i quali il Signore verrà di nuovo alla fine dei tempi: o in segreto come un ladro o discendendo sopra le nubi, cosa che si conforma interamente con i fatti senza contraddizioni.

I farisei di quel tempo hanno aspettato il Messia, ma hanno resistito al Signore Gesù; la lezione dei farisei è dolorosa. Siamo ormai alla fine dei tempi ora, e come possiamo affrontare il ritorno del Signore? Il Signore Gesù disse, “Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; picchiate e vi sarà aperto” (Matteo 7:7). “Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco, ed esse mi seguono” (Giovanni 10:27). “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno” (Luca 21:33). Ora sappiano che ogni profezia in merito al ritorno del Signore si compirà. Dobbiamo solo mettere da parte le nostre nozioni in modo che possiamo riconoscere il Signore ed accoglieLo quando viene ad operare in modo segreto, ossia quando viene come un ladro. Credo fermamente che finché desideriamo veramente ed attendiamo l’apparizione di Dio, saremo sicuramente illuminati e guidati da Lui per trovare i Suoi passi e seguire la Sua opera.


Condivide di più:

,
Contattaci! Grazie per aver visitato il nostro sito Web. Se vuoi saperne di più sulla Bibbia o sul ritorno del Signore, non esitare a contattarci facendo clic sul pulsante qui sotto.
MessengerInvia a Messenger WhatsappInvia a Whatsapp